L'allenatore di lucciole

Front Cover
Sigismundus, 2012 - Poetry - 54 pages
0 Reviews
"La prosa fugge via, la poesia resta, ci interroga come questi versi forti, densi di un'umanitÓ che si fa domanda, rivolta, cattiveria ma anche dolcezza. Proprio come un'onda, che va e torna. E alla fine di tutto questo, mi verrebbe voglia d'essere poeta, un allenatore di versi, come Enrico Ŕ un allenatore di lucciole. Ne vedo il lieve bagliore che s'allontana, lo ritrovo qui e lo seguo, senza sapere dove mi porta. Vado a vedere quando cominciano carne e sangue. Cominciano qui e sono quello che conta." (dall'introduzione di Roberto Perrone) "Ma pareggiare Ŕ ancora essere vivi? Meglio tirare dritto, fissare negli occhi l'avversario, fargli capire che mai - nemmeno nei sogni migliori la palla si staccherÓ dai tuoi piedi. Fare le pulci al peggio, ribellarsi al nulla, non Ŕ retorica e nemmeno pignoleria. Solo l'ultimo passaggio, l'arte necessaria per respirare ancora. E farsi trovare, quando qualcuno lÓ fuori cercherÓ chi Ŕ rimasto ancora vivo con una parola in tasca." (dalla postfazione di Patrick Fogli)

What people are saying - Write a review

We haven't found any reviews in the usual places.

Bibliographic information