L'architettura delle buone intenzioni. Verso una visione retrospettiva possibile

Front Cover
Edizioni Pendragon, 2005 - Architecture - 240 pages
Contestando l'architettura moderna che si libera dell'apparato iconografico e delle decorazioni per abbracciare il pragmatismo e la funzionalitÓ, Colin Rowe conduce una lucida analisi sull'architettura del Novecento valutando come al pittoresco, al teatrale e all'esotico si sostituiscano oramai l'economia e il progresso. Ma a questi valori si crede ancora? E sino a che punto Ŕ bene che l'architettura si dimentichi di estetica e simbolismo? L'Architettura delle buone intenzioni ci sta abbandonando e la profonda riflessione di Rowe ci aiuta a comprendere quanto il problema della condizione dell'uomo moderno sia un riferimento imprescindibile anche per l'architettura moderna e l'estetica architettonica.
 

What people are saying - Write a review

We haven't found any reviews in the usual places.

Selected pages

Contents

di Francesco Benelli
9
Prefazione e ringraziamenti
23
Introduzione
26
Epistemologia
36
Escatologia
63
Iconografia
86
Meccanismo
133
Organismo
179
Postfazione
225
Ringraziamenti per le illustrazioni
227
Indice dei nomi
229

Common terms and phrases

Bibliographic information