L'equivoco dell'eclettismo: imitazione e memoria in architettura

Front Cover
Edizioni Pendragon, 2003 - Architecture - 308 pages
0 Reviews
Il libro ripercorre la storia di questo "genere" architettonico che nacque nell'Inghilterra settecentesca per arrivare ai nostri tempi, sempre aggiornandosi ed attingendo a fonti diverse. Infatti l'eclettismo è uno stile "sui generis", perché raccoglie opere realizzate nell'arco di più di tre secoli su imitazione sia degli antichi tempi greci che delle finestre gotiche o degli stupa buddisti: ovunque l'imitazione ha agito in forma determinante, è nato un esempio di architettura "eclettica".
 

What people are saying - Write a review

We haven't found any reviews in the usual places.

Contents

LA DEMOCRAZIA DELLECLETTISMO
9
PREMESSA
21
2 Metodo e sezioni dello studio
23
LAFFERMAZIONE DELLECLETTISMO
31
2 I neomovimenti e gli ismi
43
3 I revivals e il revival gotico anglosassone
51
4 Orientalismi contemporanei
67
quando latteggiamento eclettico diventa kitsch
74
2 La forma
127
3 Le tecniche
151
CONCLUSIONE QUESTIONI APERTE
189
1 Identità individuale e globale La fine delleurocentrismo
192
2 Contaminazioni planetarie e lestremizzazione della memoria
194
APPENDICE ANTOLOGIA RAGIONATA
201
2 Definizioni Dai concetti di copia e di imitazione ai multiformi linguaggi dell eclettismo e del postmoderno
203
Bibliografia
283

6 Il mondo parallelo delle architetture dimenticate Il survival
82
VERSO UN NUOVO MODO DI VEDERE LA CONTEMPORANEITÀ LATTUALITÀ DI UNA CONDIZIONE PROGETTUALE NON ANTISTORI...
99

Common terms and phrases

Bibliographic information