L'ingannevole apparenza delle cose

Copertina anteriore
Edizioni Forme Libere, 2011 - 179 pagine

In una Roma devastata da un grave attentato alla metropolitana, l’ispettore Cornelio Velasco, che sente in continuazione nella sua testa la voce della Morte, indaga sulla scomparsa di un’anziana attrice. Incontrerà una portiera scontrosa, due inquietanti vecchiette, uno scrittore depresso, un fotografo erotomane, un ragazzo disabile, un uomo con le pupille spalancate. Interrogando gli strani condòmini che abitano il palazzo di via Merulana 219, si addentrerà in una storia, raccontata da molteplici punti di vista, che non ha eroi buoni ma soltanto vittime sopraffatte dai propri segreti.

 

Cosa dicono le persone - Scrivi una recensione

Nessuna recensione trovata nei soliti posti.

Sommario

Sezione 1
11
Sezione 2
32
Sezione 3
39
Sezione 4
47
Sezione 5
76
Sezione 6
98
Sezione 7
103
Sezione 8
117
Sezione 10
124
Sezione 11
126
Sezione 12
137
Sezione 13
148
Sezione 14
159
Sezione 15
162
Sezione 16
176
Copyright

Sezione 9
121

Altre edizioni - Visualizza tutto

Parole e frasi comuni

Informazioni sull'autore (2011)

Claudio Vergati è nato nel 1972 a Frascati.
Cuore Inquieto (2015, Edizioni Forme Libere) è il suo terzo romanzo dopo In Memoria Di Me (2007, Casini Editore) e L’Ingannevole Apparenza Delle Cose (2011, Edizioni Forme Libere, uscito nel 2013 anche in formato e-book). Alcuni suoi racconti sono stati pubblicati su giornali locali. Nel 2014 è stato co-sceneggiatore del cortometraggio Come un morto ad Acapulco di Alessio Pizzicannella con Ambra Angiolini, Barbara Bouchet e Luciano Virgilio.

Informazioni bibliografiche