L'ombra di Cavalcanti e Dante

Front Cover
L'Asino d'oro edizioni, 2010 - Literary Criticism - 230 pages
0 Reviews
Lo scontro sulla natura dell'amore e della poesia che oppone i due più grandi scrittori del Duecento, Guido Cavalcanti e Dante, segna l'epilogo della ricerca nata con la rivolta dei poeti siciliani al latino della cultura ecclesiastica, e si rivela decisivo per le sorti della letteratura e della lingua italiana. Le tormentate vicende politiche dell'Europa, dell'Italia e della Firenze comunale si intrecciano con quelle private di amori, amicizie, rivalità, invidie e tradimenti, che la lettura e il confronto dei versi -il libro propone una preziosa antologia - fanno emergere, con il ritmo di un'inchiesta, meglio di quanto sia possibile tare attraverso la lettura di qualsiasi cronaca del tempo. La sanguinosa dialettica poetica e umana dei due autori è ricostruita dall'autrice come in un dramma, in tutte le sue tappe: gli antetatti letterario-filosofici e politici; il sodalizio giovanile tra i due stilnovisti fiorentini, che si interrompe dopo la morte di Beatrice; la crisi e la conversione di Dante dall'amore per la donna all'amore per Dio; infine, proprio nell'anno in cui è collocata l'azione della Commedia, il drammatico esilio e la morte prematura del "primo amico", presenza ossessiva che accompagna come un'ombra perturbante tutta l'opera dantesca.
 

What people are saying - Write a review

We haven't found any reviews in the usual places.

Contents

Ben converrà che la mia donna mora
121
Donna me prega
131
Amor che ne la mente mi ragiona
149
E sì tutto il mio amore in lui si mise che Bëatrice eclissò nelloblio
159
A lalta fantasia qui mancò possa
177
Antologia
199
Bibliografia
223
Copyright

Common terms and phrases

Bibliographic information