L'oro di Omero: l'"Iliade", Saffo : antichissimi di Leopardi

Front Cover
Marsilio, 2005 - Literary Criticism - 229 pages
Come ritrova e fa suoi, Leopardi, soprattutto il Leopardi poeta, accenti, forme, figure dell'antico: Achille e Priamo e Ettore e Andromaca dell'Iliade, o Penelope, o Circe virgiliana, o la Saffo di alcuni aurei frammenti e di Ovidio? Come ha interrogato certe prime icone (Democrito, Eraclito) della sapienza occidentale? In cerca di quali virtù e dignità delle "anime grandi" che la modernità, nemica del Sublime, ha ucciso? Questo libro, che unisce la discorsività al rigore, mira a una lettura totalmente nuova, e sempre partendo dal testo poetico, della memoria leopardiana dell'arché: di quell'inizio cui Leopardi ha guardato con una nostalgia della pienezza e della gioia che rispunta di continuo nei Canti.

From inside the book

What people are saying - Write a review

We haven't found any reviews in the usual places.

Contents

Leopardi Saffo il sublime
57
Con Saffo Lultimo canto
93
Con Saffo Achille i due dogli di Giove la vittima
113
Copyright

5 other sections not shown

Common terms and phrases

Bibliographic information