La bella mano

Front Cover
Per J. Guiducci e Santi Franchi, 1715 - Italian poetry - 274 pages
0 Reviews
 

What people are saying - Write a review

We haven't found any reviews in the usual places.

Selected pages

Other editions - View all

Popular passages

Page 168 - Dolente, lasso, già non m'asecuro, che tu m'assali, Amore, e mi combatti: diritto al tuo rincontro in pie...
Page 4 - Amore Fra noi mortali come Dea soggiorna ? Di senno e di beltà dal ciel s' adorna , Qual spirto ignudo , e sciolto d' ogni errore ; E per destin la degna a tanto onore Natura , che a mirarla pur ritorna. In lei quel poco lume è tutto accolto , E quel poco splendor che a' giorni nostri Sopra noi cade da benigne stelle. Tal, che '1 maestro de' slellati chiostri (i 36) Si lauda , rimirando nel bel volto , Che fe' già di sua man cose sì belle.
Page 126 - Sol vostra figura; Chi voi non vede, mai non può valere . In questo mondo non ha creatura Sì piena di...
Page 138 - Tutto mi salva il dolce salutare che ven da quella ch'è somma salute, in cui le grazie son tutte compiute: con lei va Amor che con lei nato pare. E fa rinovellar la terra e l'are e rallegrar lo ciel la sua vertute: giammai non fuor tai novità vedute quali ci face Dio per lei mostrare.
Page 5 - E quei begli occhi che fan doppio giorno ove che Amor gli volga, e il dolce passo che germina viole ovunque move...
Page 127 - Avvegnaché la doglia io porti grave Per lo sospiro , che di me fa lume , Lo core ardendo in la disfatta nave; Mando io alla Pinella un grande fiume , Pieno di lamie , servito da schiave Belle ed adorne di geulil costume.
Page 115 - Ben cominciai, allor che pria m'avvenne che della neve nacque ardente foco, a dir di lei alquanto in rima e in prosa, ma un pensier discreto mi ritenne : veggendo lei da molto e me da poco, puosi silenzio alla mente amorosa. Rimase il foco chiuso, e sanza posa e...
Page 135 - E voi , Messer , lo mi gittate in occhio ; E veggiovi veder come il monocchio , Che gli altri del maggior difetto varga : Tale , che mette in peggio , non si sparga , Come fece del Signor suo '/ ranocchio . In figura vi parlo , ed in sembiante Siete delf animal , ch' è cosa lorda : Bene è talvolta far I...
Page 124 - Era nell'ora che la dolce stella mostra il segno del giorno ai viandanti, quando mi apparve con iniiil sembianti in visione una gentil donzella. Parea dicesse in sua dolce favella: « Alza la testa a chi ti vien davanti, mossa a pietà de...
Page 128 - Fiorentin non gli assicura , Vedendo, che tu hai cor di lione . E più treman di te, che d'un dragone, Veggendo la tua faccia , ch' è sì dura : Che non la riterrian ponti, nè mura, Ma sì la tomba del Re Faraone.

Bibliographic information