La forza del male: senso e valore del mito di Faust

Front Cover
Bompiani, 2004 - Literary Criticism - 373 pages
Vi sono delle grandi immagini primordiali, tramandate dalla letteratura e dall'arte, ma anche dal folklore popolare e dai sogni, che assumono le vesti di veri e propri "miti". Delle storie nelle quali ognuno di noi può cogliere un percorso conoscitivo e intuire una parabola esistenziale. Faust è sicuramente una figura che possiede siffatte caratteristiche; quasi fosse una metafora del nostro peregrinare esistenziale, l'immagine dell'anelito che ci spinge oltre l'apparenza, l'allegoria dell'anima che nel tormento del sapere si muove e si dibatte. Sprezzante dell'ombra e dell'oscurità; anzi consapevole del loro ruolo ineludibile e del loro fascino sontuoso. Perché solo nel buio e nella luce, nella loro coesistenza, è rintraccibile la penombra della verità.

From inside the book

What people are saying - Write a review

We haven't found any reviews in the usual places.

Contents

Uno sguardo al passato
7
Odore di zolfo
21
Peccato di tracotanza
39
Copyright

21 other sections not shown

Common terms and phrases

Bibliographic information