La lingua laica: una tradizione italiana

Front Cover
Marsilio, 2008 - Literary Criticism - 213 pages
Da Cuoco a Cattaneo, da Leopardi a de Sanctis e a Croce, fino a scrittori del Novecento come Ennio Flaiano, Anna Maria Ortese, Gabriele Baldini, afferenti, a titolo diverso, al campo culturale del "Mondo" di Pannunzio, questo libro delinea, lungo due secoli, una tradizione continuamente interrotta. ╚ la storia di uno stile di pensiero, di un modello di scrittura che l'autrice definisce come "laico", a partire non giÓ dai concetti o dagli schieramenti politico-confessionali, ma dal carattere dell'enunciazione, dalle figure retoriche ricorrenti, dalle forme espressive adoperate. L'analisi restituisce una risistemazione significativa, tra letteratura e ideologia, per molti versi sorprendente.

From inside the book

What people are saying - Write a review

We haven't found any reviews in the usual places.

Contents

Introduzione
9
Giovinezza e macerie Modelli letterari e storiografici
15
Imago Il sognooggetto e il testosogno nellopera
42
Copyright

6 other sections not shown

Common terms and phrases

Bibliographic information