La memoria del peccato

Front Cover
Editrice Nord - Fiction - 391 pages
L'hanno trovata in stato di shock. Non rammenta nulla, neppure il suo nome. Di lei, si sa solo che, dando prova di grande coraggio, ha liberato un gruppo di adolescenti in mano alla mafia russa. Quando la polizia le chiede come ha scoperto quel nascondiglio, la donna risponde di aver visto le grida delle ragazze, di aver toccato il suono della loro angoscia. Convinti che stia delirando, gli agenti la conducono al Portland General Hospital e la affidano alle cure del dottor Nathan Fox, che le diagnostica una forma acuta di sinestesia - una rara alterazione sensoriale -, e un disturbo allucinatorio. Ben presto, però, Fox capisce di trovarsi di fronte a un caso senza precedenti: le immagini di morte che tormentano la paziente non sono orribili fantasie, bensì la precisa descrizione di alcuni decessi avvenuti nell'ospedale molti anni prima, come se quella donna fosse in grado di rivivere i ricordi «intrappolati» tra le pareti. Tuttavia, mentre Nathan cerca di fare luce su quel fenomeno sconcertante, un'immagine di morte più recente riporta la giovane all'attenzione di poliziotti e giornalisti. Perché qualcuno ha lasciato la sua fotografia accanto alla vittima di un omicidio. Qualcuno che conosce il suo segreto e che intende trascinarla con sé all'inferno...
 

What people are saying - Write a review

We haven't found any reviews in the usual places.

Selected pages

Other editions - View all

Common terms and phrases

About the author (2012)

Michael Cordy è nato in Ghana nel 1962 e ha trascorso gran parte della sua infanzia tra Africa, India e Cipro. Si è trasferito in Inghilterra per frequentare l'università e, dopo la laurea, ha lavorato come responsabile marketing per molte aziende prima di realizzare il suo sogno di diventare romanziere. La memoria del peccato è il suo secondo romanzo a essere pubblicato in Italia dopo Il manoscritto di Dio (Nord). Attualmente vive nei pressi di Londra con la moglie e la figlia. Il suo sito è www.michaelcordy.com

Bibliographic information