La "poca fede" nel Vangelo di Matteo: uno studio esegetico-teologico

Front Cover
Pontificio Istituto biblico, 2005 - Bibles - 302 pages
0 Reviews
Nel vangelo di Matteo, in cinque occorrenze (6,30; 8,26; 14,31; 16,8; 17,20) compare l'espressione poca o piccola fede. E una particolarita di questo vangelo che si applica, di fatto, ai discepoli: in una sequenza del discorso della montagna (6,25-34), durante la tempesta (8,23-27), nel cammino di Pietro sulle acque (14,22-23), durante la discussione dei lieviti (16,5-12) e, infine nel caso della mancata guarigione del ragazzo epilettico (17,14-20). Il presente studio si propone di analizzare i cinque brani appena citati, sia per se stessi che nel loro contesto, prossimo e remoto, con un'attenzione particolare allo sviluppo del tema della poca fede nello svolgimento del vangelo; a questi testi, inoltre, sara accostato anche l'episodio conclusivo dell'opera di Matteo (28,16-20) che ci consegna l'ultima azione dei discepoli (28,17) in bilico tra adorazione dubbio-esperienza, questa, che richiama implicitamente la poca fede. Una veloce sintesi finale raccogliera i dati piu significati emersi dal commento. La ricerca si presenta, dunque, come una sorta di affondo sia nella piu vasta e articolata tematica del discepolato che nella tematica della fede tout-court. I cinque testi sulla poca fede, come luminosi punti prospettici, uniti all'accenno del finale (28,17), sono in grado di offrirci un suggestivo ritratto - per un verso da completare con altri dati sparsi nel vangelo, e per un altro verso sufficientemente compatto - di colui che liberamente e chiamato ad accogliere il Dio-con-noi nella persona di Gesu (1,23, 28,20).

What people are saying - Write a review

We haven't found any reviews in the usual places.

Other editions - View all

Bibliographic information