Labirinti di gusto: dalla cucina degli dèi all'hamburger di McDonald

Front Cover
EDIZIONI DEDALO, 2008 - Social Science - 192 pages
0 Reviews
Attraverso l'alimentazione si può comprendere la struttura sociale e simbolica di una società e il rapporto degli individui con il proprio corpo: il complicato intreccio tra negazione della corporeità, mortificazione dei piaceri e dei desideri ed esaltazione della fisicità, tra controllo di Sé e controllo sociale. L'impatto simbolico del cibo, del pasto, del banchetto si è sempre ripetuto nelle narrazioni del mondo: non c'è origine senza nascita, non c'è inizio senza nutrimento. Ma oggi scivoliamo, quasi senza accorgercene, verso una vera e propria deprivazione sensoriale, particolarmente evidente nell'impoverimento dei sapori e nella standardizzazione del gusto. Se il pensiero dei greci si è espresso nell'equilibrio del simposio e la modernità è transitata da un fast food, quale sarà il cibo del post-umano?
 

What people are saying - Write a review

We haven't found any reviews in the usual places.

Contents

Introduzione
13
Capitolo secondo
45
Capitolo terzo
75
Dalla carne al pasticcio
81
buon gusto dominante
92
Capitolo quarto
109
Capitolo quinto
137
Bibliografia
177
Copyright

Common terms and phrases

Bibliographic information