Major and Minor Keys: Critical Essays on Philippine Fiction and Poetry

Front Cover
New Day Publishers, 1891 - Literary Criticism - 183 pages
 

What people are saying - Write a review

We haven't found any reviews in the usual places.

Contents

Other editions - View all

Common terms and phrases

Popular passages

Page 74 - ... essere sotto l'offesa di pezzi bianchi. Questa qualità della purezza è una delle doti principali del problema, il quale sarebbe tenuto in poco conto ove quella mancasse, specialmente secondo la moderna scuola; e sarebbe difetto imperdonabile se la purezza non figurasse in un problema di una sola variante*, difetto che appunto si verifica nel problema 40. Non si creda...
Page 93 - N. 8y, dove l'Alfiere nero prendendo il Pf6 contribuisce a formare la posizione del matto principale. N. io3, dove quasi tutti i pezzi neri contribuiscono nel modo suddetto a formare la maggior parte delle posizioni finali. Oltre ai tre generi di difese suaccennate, che io ritengo le più importanti, ve ne hanno altre di minor rilievo, che ognuno può ricercare da sè come proficuo esercizio; io mi limiterò ad accennare a questa: di un Pedone, che spingendosi all'ottava casa, obbliga il Bianco a...
Page 98 - ... esaminando di questi secondi, diciamolo pure, ammirevoli lavori, di esclamare: bellissimo! senza sapere precisamente a qual pregio dirigere tale esclamazione: non certo all'idea, perchè l'impronta di essa è scomparsa sotto ai colpi di lima. E vien fatto di chiedersi: dove s'andrà di questo passo? Io, per quanto ritenga che mediante uno studio instancabile si possa raggiungere la quasi perfezione, non mi pare che la via migliore per arrivarci, sia una grande elaborata complicatezza, e che d'altra...
Page 81 - ... colla massima possibile utilizzazione delle forze che lo compongono, bisognerebbe disfarlo e rifarlo cento volte. Chi è che fa questo? nessuno ch'io mi sappia, chè tarda l'ora di levarsi d'attorno un lavoro sul quale si sudò già tanto, pur d'essere giunti in fondo. Eppure è soltanto a quel patto, di tornarci sopra cioè le cento volte, che si potrebbe ottenere il problema del problema. F'ra composizioni dello stesso valore per bontà d' idea, qualità e quantità di varianti, difficoltà,...
Page 79 - Nel 54 la posizione di matto si deve considerar pura, quantunque una casa sia offesa due volte ; ma questa doppia offesa è resa necessaria dalla circostanza del matto di scoperta e dal dover difendere il Re bianco la casa e5. Rimarchevolissimo è il 78 per le cinque posizioni di matto pure ed eleganti, la seconda delle quali è anche artistica. L...
Page 102 - È bens1 vero che, tenuto conto della fenomenale produzione d' oggigiorno, anche con tali ricerche sarà diffìcile evitare lo scoglio delle imitazioni ; poichè, per quanto si lavori di fantasia, bisogna pure pescare nel materiale di giuoco, che è lo stesso per tutti, che dà le medesime combinazioni per tutti; ma che per ciò? Nel rivestire l'idea che si avrà trovato, non potrà mai darsi che dopo alquanto studio, o per un verso o per un altro, non vi si lasci qualche impronta personale. L...
Page 26 - ... come un castello di carte da giuoco al quale venisse tolta di sotto quella che ne è la base ; e con ragione. Quando si sta studiando un problema accade per prima cosa di intravedere le combinazioni, o tutte o in parte, che compongono la soluzione, perciò non rimane che a scoprire in qual...
Page 12 - ... buon mercato. Invece molto spesso il touriste della scacchiera, arrivato a questo punto, non ha percorso che la via più facile e gli rimangono a vincere le difficoltà più ardue. E fatto assai comune che, allorquando il problemista riscontra la composizione che sta elaborando, per accertarsi della sua correttezza, tanto nel senso che i matti ideati sieno possibili (vale a dire che il Nero non abbia qualche nascosta difesa che li impedisca), quanto nel senso che non esistano altri giuochi oltre...

Bibliographic information