Meditazioni storiche: pte. 1. Preliminari e storia antica

Front Cover
0 Reviews
 

What people are saying - Write a review

We haven't found any reviews in the usual places.

Other editions - View all

Common terms and phrases

Popular passages

Page viii - E così venni ciò tentando, e così accumulandone non brevi scritti. Ma di nuovo e finalmente mi capacitai: che in tanta connessione com'è della Storia d'Italia con quelle delle due grandi nazioni vicine, anzi di tutta la Cristianità, non è forse possibile cercar bene per la prima volta le ragioni di essa senza entrare in quelle di tutta la Storia cristiana, o meglio ancora di tutta la uni versale.
Page 94 - ... la storia universale è un complesso, una continuazione, una serie di prove della rivelazione: è la scienza che ne da un numero maggiore.
Page 83 - ... due primi terzi. E che risulta poi da questi due fatti? che il genere umano non seguì uno ma due andamenti contrari; che ei mutò dall'uno all'altro a un'epoca tra i due primi e l'ultimo terzo...
Page 141 - Lenoir; d'une dissertation sur l'origine de l'ancienne population des deux Amériques et sur les diverses antiquités de ce continent, par M. Warden ; avec un discours préliminaire par M.
Page ix - ... più opportuni a farsi per un Italiano a comun prò. Io non so se m'inganni , ma ei mi pare che convergendo ali' Italia la storia antica tutta , e divergendone quindici diciannovesimi della moderna , possano le due essere forse più facilmente osservate da questo centro , che non da qualunque altro punto di vista all'intorno.
Page vii - Immature contemplazioni. Ma distrattone in gioventù dalla vita attiva, quando poi incominciai a scrivere m'attenni a ciò che era men discosto da quella, alla storia della patria... Quanto...
Page 64 - Per rjual fine- vi ha creato? R, Per conoscerlo, amarlo e servirlo in questa vita, e poi andarlo a godere per sempre nella celeste patria (u). Con tal semplicità, in .così poche parole è sciolto a...
Page 89 - Cristianesimo molto più su, al cielo, a quella vita ulteriore che noi stessi professammo vero destino, vera causa finale degli uomini, alla quale poco o nulla importa qualunque perfezionamento quaggiù. Ma io concorro volentieri in tutte queste ed altre simili proposizioni, salva l'ultima: che alla causa finale e celeste degli uomini o del cristianesimo non importi il perfezionamento quaggiù. Anzi, io non veggo come il Cristianesimo abbia potuto o possa apparecchiare più spiriti al cielo, se egli...
Page 419 - ... parecchie genti, una principale o regia, imperiante alle minori vicine ; ma che , diversamente dall'altre , e per effetto della sua situazione estrema continentale, ella fu composta di genti tutte consanguinee . e tutte rimanenti eguali , senza soprapporsi anche quando l'una vincea l'altra. E quindi è che non solamente caste, ma nemmeno servi non si trovano alla Cina. né nell'età primitiva, né, ch'io sappia, in nessuna antica. Dove furono, i servi furono infima casta nell'età delle caste,...
Page 227 - Auspicii e sorti osservano quanto altri mai. 11 modo delle sorti è semplice. Tagliano una vermena di albero fruttifero in pezzetti, e distintili con certi caratteri, li spargono alla rinfusa, ea caso su una bianca veste; poscia, se di cosa pubblica si cerchi, il sacerdote del comune, se privatamente il padre di famiglia, fatta orazione agli Iddii e gli occhi alzati al cielo , leva quei pezzetti tre volte ciascuno, e ne giudica secondo i caratteri. Se...

Bibliographic information