Mediterraneo tra pace e terrorismo

Front Cover
Rizzoli, 2008 - History - 318 pages
0 Reviews
Culla delle civiltà, crogiuolo di popoli, di religioni e di culture, il Mediterraneo è il mare delle origini nel senso più autentico dell'espressione, una grande madre a cui ricondurre la nostra storia. Nel suo nuovo saggio, Giancarlo Elia Valori ripercorre gli oltre duemila anni di storia - dalle guerre puniche all'odierno jihad - che hanno visto il "Mare Nostrum" al centro delle dinamiche geopolitiche mondiali: prima da protagonista, quando le grandi potenze si affacciavano alle sue sponde e le sue acque erano la principale via di trasporto di uomini e merci, poi da attore minore, quando il suo bacino fu messo in disparte dalla scoperta di nuove rotte, nuove terre e nuove risorse e i Paesi rivieraschi videro il declino della loro influenza politico-militare. Oggi, però, le cose sono cambiate. In un mondo in cui la religione è tornata ad avere un ruolo predominante, il mare sulle cui sponde si sono sviluppati i tre più grandi monoteismi è di nuovo centrale. Per questo, Valori dà risalto, fin dal titolo, all'antinomia tra pace e terrorismo, e con una serrata argomentazione individua in Israele il punto di riferimento dell'Occidente. Il volume è introdotto da una prefazione del Presidente dello Stato di Israele Shimon Peres.

From inside the book

What people are saying - Write a review

We haven't found any reviews in the usual places.

Contents

Stefano Folli
vii
Introduzione
9
Le fratture che originano lo spazio politico
21
Copyright

24 other sections not shown

Common terms and phrases

Bibliographic information