Mi sono perso a Genova: una guida

Front Cover
Feltrinelli Editore, 2007 - Literary Collections - 91 pages
0 Reviews
Forse non tutti sanno che Maurizio Maggiani è anche un valente fotografo. In questo libro dedicato a Genova, Maggiani esplora con il suo obiettivo i luoghi che coincidono con la memoria della città e al contempo con la memoria che lo scrittore ha del suo rapporto con la città. Lo scrittore parla di una visione quasi onirica di Genova, parla di una città che gli è comparsa davanti progressivamente quando da bambino è arrivato da Levante con i genitori per un periodo di degenza in ospedale. Quella visione segna molta parte della sua maniera di "guardare" alla città e di raccontarla. Non ci sono molti monumenti in questo volume. O almeno non i monumenti canonici. Ci sono Sampierdarena e le sue fabbriche, ci sono i vicoli che salgono dal porto, ci sono l'area collinare e il mare-operaio. La stessa cosa accade un po' per la parte narrata, costituita da una serie di segmenti narrativi che "cercano" la città attraverso prospettive sghembe: quella dell'infanzia, certo, ma anche quella di certi personaggi misteriosi che disseminano Genova di scritte, o trovano pertugi di conforto.
 

What people are saying - Write a review

We haven't found any reviews in the usual places.

Selected pages

Contents

UNIMPRESA DI COSTRUZIONI ONIRICA
9
MERAVIGLIA E STUPORE
11
ALORA PROAN A PORTARLO AR GASLINI
14
I DRAGHI DI BRIGNOLE
23
LERBA DI SANTANNA
27
ABITATORE DELLA BELLEZZA
30
I MIEI SENTIERI
37
LA CREMA DOGALE
42
IL GIUDIZIO DI MAFALDA
52
LE PIÙ ANTICHE FRA LE ROSE ANTICHE
59
IL SACRARIO DELLAMORE PERDUTO
64
UN PORTO QUANDO È UN VERO PORTO
69
IL CENTRO MOBILE
77
MANIMAN
80
SOGNAVO GENOVA CHE SOGNAVA
86
Copyright

I NOMI
45

Other editions - View all

Common terms and phrases

Bibliographic information