Modellistica e assetto territoriale

Front Cover
EDIZIONI DEDALO, 2002 - Architecture
 

What people are saying - Write a review

We haven't found any reviews in the usual places.

Contents

Section 1
21
Section 2
34
Section 3
37
Section 4
47
Section 5
53
Section 6
58
Section 7
61
Section 8
65
Section 11
86
Section 12
90
Section 13
91
Section 14
98
Section 15
104
Section 16
113
Section 17
120
Section 18
130

Section 9
77
Section 10
82

Common terms and phrases

Popular passages

Page 145 - si è invece definita una rete diffusa di direttrici, che assumono andamento tangenziale in corrispondenza delle aree metropolitane a struttura reticolare e andamento in parallelo in corrispondenza delle aree a struttura lineare. Tralasciando di spiegare come e perché, secondo il Progetto '80, il futuro prossimo dell'assetto territoriale nazionale deve assumere come modulo di sviluppo il sistema metropolitano, ricorderemo soltanto che tali sistemi...
Page 145 - Un primo schema di sviluppo economico regionale a lungo termine per l'Italia. Ipotesi di assetto territoriale a livello nazionale.
Page 145 - , contrapposto al « Modello A », rappresentativo delle caratteristiche dello sviluppo in atto, cioè il modello tendenziale (cfr. « Le proiezioni territoriali del Progetto '80 », Ministero del Bilancio e délia Programmazione Económica: Centro di studi e piani economici, Roma, 1971). Assunto a base dell'assetto territoriale lo sviluppo per « sistemi metropolitani », il
Page 145 - alternativi » perché suscettivi di una nuova e compensativa urbanizzazione del territorio quando i sistemi A e B avranno raggiunto un grado di sviluppo e maturazione tale da richiedere il dirottamento di énergie e risorse ulterior!, soverchianti i carichi limite cui saranno sottoposti.
Page 145 - ... o il blocco delle localizzazioni industriali, il decentramento delle attrezzature terziarie e quaternarie. Appartengono al gruppo A il sistema torinese, milanese, ligure, romano, napoletano. / sistemi A, sonó di tipo policentrico, per cui è ipotizzabile per essi il rafforzamento délia « coesione interna » attraverso una « specializzazione e una complementarietà dei vari insediamenti...
Page 145 - Attualmente, pur presentando spesso un elévalo sviluppo económico, sonó ancora « dominati » dalle aree forti; per tali sistemi il Progetto '80...
Page 145 - ... metropolitano, esse costituiscono « l'obiettivo di fondo del nuovo sistema territoriale ». Mentre il sottotipo C, per la consistenza urbana già presente...
Page 145 - ... urbana, quindi da massicci fenomeni di emigrazione, ma spesso da notevoli risorse storico-culturali e paesaggistiche. Tra i sistemi...
Page 144 - Collana di studi di urbanistica, a cura dell'Istituto di Architettura e Urbanistica della Facoltà di Ingegneria di Napoli, Napoli, 1973.

Bibliographic information