Morire per le idee: Vita letteraria di Pier Paolo Pasolini

Front Cover
CON UN'APPENDICE SUL CASO GIUDIZIARIO L’opera pasoliniana va letta come un tutt’uno, in cui le diverse fasi di un lavoro artistico complesso e articolato (dalla poesia alla narrativa, dal teatro al cinema, dal giornalismo alla critica letteraria) tendono a intersecarsi continuamente all’interno di un discorso creativo ‘aperto’ e ‘mobile’. In altre parole quella di Pasolini è una grande opera ‘totale’, all’interno della quale è difficile scindere i diversi ‘generi’. A partire da questa premessa il libro di Roberto Carnero indaga l’opera pasoliniana senza scindere i diversi aspetti della sua produzione, ma anzi riportando le diverse esperienze e i diversi momenti del lavoro pasoliniano alla coerenza di un percorso artistico unico. Un’opera, quella di Pasolini, strettamente legata alla vicenda biografica del suo autore. Per questo “una vita letteraria”, che Carnero ci aiuta a riscoprire e a percorrere in capitoli a metà tra il ‘tematico’ e il ‘biografico’. Il volume si presenta come un profilo di Pasolini, agile e aggiornato: una monografia critica adatta sia per gli studenti (delle università e delle scuole secondarie) sia, più in generale, per tutti i lettori interessati ad avvicinarsi a Pasolini in maniera informata. In un’apposita appendice (contenente, tra l’altro, un’intervista inedita a Walter Veltroni) si dà conto della controversa questione della morte di Pasolini, a partire dalle clamorose novità emerse negli ultimi mesi.

What people are saying - Write a review

We haven't found any reviews in the usual places.

Other editions - View all

About the author (2012)

Roberto Carnero insegna Letteratura italiana contemporanea all’Università degli Studi di Milano. È autore dei volumi Guido Gozzano esotico (De Rubeis 1996), Lo spazio emozionale.Guida alla lettura di Pier Vittorio Tondelli (Interlinea 1998), Silvio D’Arzo. Un bilancio critico (Interlinea 2002) e Under 40. I giovani nella nuova narrativa italiana (Bruno Mondadori 2010).Ha curato la raccolta di saggi Letteratura di frontiera: il Piemonte Orientale (Mercurio 2004), Essi pensano ad altro di Silvio D’Arzo (Bompiani 2002), Una nobile follia di Igino Ugo Tarchetti (Mondadori 2004), Verso la cuna del mondo (Bompiani 2008) e La pecorina di gesso (Interlinea 2009) di Guido Gozzano, le antologie Felicità e malinconia. Gozzano e i Crepuscolari (Baldini Castoldi Dalai 2006), La poesia scapigliata (Bur 2007) e La nuova narrativa italiana dagli anni Ottanta a oggi (Principato 2009). Collabora con l’Istituto dell’Enciclopedia Italiana e con varie testate, tra cui “l’Unità” e “Famiglia Cristiana”.

Bibliographic information