Novecento: un monologo

Front Cover
Feltrinelli Editore, 1994 - Fiction - 62 pages
52 Reviews
Il libro racchiude la storia, raccontata dall'amico suonatore di tromba, sotto forma di monologo, di Danny Boodmann T. D. Lemon Novecento, pianista sul transatlantico Virginian. Abbandonato sulla nave da emigranti, viene allevato da uno dei componenti dell'orchestra. I suoi elementi naturali divengono il transatlantico, il mare e la musica. Non è mai sceso a terra e vive ed esiste solo sul Virginian dove presto diventa un pianista di successo. Anche se non ha mai visto che mare e porti, viaggia moltissimo, con la fantasia, carpendo le notizie dai passeggeri che incontra. A 32 anni decide di scendere a terra, ma all'ultimo momento Novecento ci ripensa e corre a rifugiarsi nuovamente nell'antro della nave.

What people are saying - Write a review

User ratings

5 stars
31
4 stars
13
3 stars
8
2 stars
0
1 star
0

User Review - Flag as inappropriate

"Novecento" è un emozionante monologo teatrale scritto nel 1994. Un centinaio di pagine intense da leggere in un fiato che raccontano la particolare storia di un uomo nato, vissuto e morto sul mare. Un uomo che mai è sceso dal piroscafo Virginian, che mai è uscito dalla propria dimora e che mai e poi mai si è staccato dal suo amatissimo pianoforte. Un pianoforte dal quale, con inimmaginabile ed incomprensibile talento, riusciva ad estrarre melodie che toccavano e rassicuravano i passeggeri. Ogni singolo oggetto, ogni singola persona di cui il protagonista abbia fatto la conoscenza rimane impresso anche in noi per la grande riflessione che su questi singoli soggetti viene fatta. E così la città è una tastiera senza fine, che è impossibile conoscere a fondo, così come un grande mistero è come possano i quadri decidere di staccarsi dai chiodi e cadere e soprattutto perchè lo facciano. Metafore particolari ma comprensibili narrano la crescita spirituale di un uomo con un grande dono che, non avendo il coraggio di amare profondamente gli uomini, dedica tutta la sua esistenza alla musica del proprio cuore. Questa è la storia di Danny Boodmann T. D. Lemon Novecento. 

User Review - Flag as inappropriate

Una bellissima storia umana.
Danny Boodmann T.D. Lemon Novecento è un pianista. Il pianista migliore di tutto il mondo; egli è capace di suonare come nessun'altro in terra o mare: suona note che
non esistono ai più e lo fa per esplorare quel mondo così lontano dalla nave in cui è nato e cresciuto, così lontano da spaventarlo, così lontano che...
Tutta la narrazione del libro (più precisamente testo teatrale/monologo) si svolge su una nave, quella nave, la nave: il Virginian, un piroscavo che fa da spola tra l'Europa ed il nuovo Continente. Danny Boodmann T.D. Lemon Novecento da quella nave non è mai sceso. MAI. Perchè la sua felicità è ancorata nello spazio definito di quella dimensione, nei tasti del suo pianoforte bianco e nero, nella speranza di poter conoscere tutta la felicità del mondo legato alle sicurezze della sua mente e del suo spirito.
Novecento è narrazione purissima: sincera, diretta, immaginifica come ogni opera di Baricco. Novecento è da leggere, vi toglierà circa 1 ora la lettura del testo ma vi regalerà emozioni difficilmente quantificabili.
Questo è tutto! Insomma. Mi è piaciuto!
 

All 8 reviews »

Other editions - View all

Bibliographic information