Oracoli sibillini

Front Cover
Mariangela Monaca
Città Nuova, 2008 - Religion - 254 pages
0 Reviews
Con il nome di Sibilla si indicava nel mondo antico, greco e romano, pagano e cristiano, fino al Medioevo, una tipologia di profetessa invasata che per volere del dio ed in preda alla possessione divina annunciava "tristi cose". Nel passaggio dal mondo pagano a quello cristiano, le profezie della Sibilla mutano di contenuto: la Sibilla continua a profetare poiché posseduta da un Dio (ora non più Apollo, ma Jahwé); i suoi oracoli sono sempre espressi in esametri e contengono l'annuncio di catastrofi che colpiranno l'umanità che ha tradito il volere divino, ma il suo è soprattutto l'invito alla conversione, poiché solo chi si affida alla "grazia" di Dio otterrà la salvezza. La presente raccolta degli Oracula Sybillina - 4230 esametri greci divisi in 12 libri - è il risultato di epoche differenti: i primi otto libri costituiscono la sezione più antica e furono probabilmente riuniti nel VI secolo da un "sibillista" senza rispettare alcun criterio filologico o cronologico. Il secondo gruppo di libri è di carattere prevalentemente storico.
 

What people are saying - Write a review

We haven't found any reviews in the usual places.

Contents

Introduzione pag
5
La raccolta degli Gracula Sibyllina
18
Gli Oracula Sibyllina e la letteratura di rivelazione
31
Nota del traduttore
39
Bibliografia
45
Prologo
57
Libro secondo
78
Libro terzo
89
Libro sesto
154
Libro ottavo
164
Libro undicesimo
185
Libro dodicesimo
199
Libro tredicesimo
212
Libro quattordicesimo pag
220
Frammenti
235
Indice dei nomi
241

Libro quarto
122
Libro quinto
132

Common terms and phrases

Bibliographic information