Passeggiate africane

Front Cover
Bompiani - Fiction - 192 pages
0 Reviews
"Ho cercato di scoprire il mistero dell’Africa". Questo il senso, lo spirito di Passeggiate africane. (Alberto Moravia) Ogni anno, per diciotto anni, siamo andati, Alberto e io, in Africa. Ma cos’Ŕ che ci attirava con tanta prepotenza verso l’Africa nera, tanto da spingere i nostri migliori amici a seguirci, a innamorarsi a loro volta di quelle luci, di quei venti? "Mentre corriamo per i viali di Arusha rifletto sul carattere profondo del paesaggio africano" scrive Alberto in uno dei suoi diarii africani del 1984, "io lo trovo religioso, come l’Attica, come la Terra Santa, come il Nepal. Si sente che su queste montagne eccelse hanno abitato e tutt’ora forse abitano le divinitÓ bizzarre e terrificanti nelle quali si esprime il solo sentimento religioso proprio dell’Africa: la paura". Oggi, rileggendo questi diarii, mi sembra di riascoltare ancora una volta la voce aspra di Alberto, mi sembra di coglierne la segreta dolcezza. Sono sicura che anche per chi non ha mai sentito la sua voce, questo diario ha oggi un suono e parla all’orecchio con la seduzione di un canto dalla melodia distesa, in cui i ritmi di una intelligenza leonina si perdono nei deserti della memoria. (Dall’introduzione di Dacia Maraini)

What people are saying - Write a review

We haven't found any reviews in the usual places.

Other editions - View all

About the author (2012)

Alberto Moravia, pseudonimo di Alberto Pincherle (Roma, 1907 – 1990), Ŕ stato scrittore, giornalista, saggista, reporter di viaggio e drammaturgo. ╚ uno dei pi¨ importanti romanzieri italiani del XX secolo. Collabor˛ con giornali come “La stampa”, il “Corriere della sera” e “L’Espresso”. Tra i suoi libri pi¨ noti e tradotti in tutto il mondo Gli indifferenti, La ciociara, La romana, Racconti romani e La noia. Nel 1952 venne insignito del Premio Strega per I racconti, messi all’Indice dalla Chiesa. Dai suoi romanzi sono stati tratti numerosi film, tra i quali La ciociara di Vittorio De Sica, Il disprezzo di Jean-Luc Godard e Il conformista di Bernardo Bertolucci.

Bibliographic information