Punk in Cina: nuovi fuochi di rivolta dopo Tiananmen

Front Cover
Castelvecchi, 2004 - Music - 190 pages
0 Reviews
Cosa hanno fatto, scritto, sognato i giovani cinesi degli ultimi dieci anni? La Cina "ufficiale" ormai alla portata di tutti, ma pochi conoscono la Cina sotterranea, metropolitana e underground, che da circa vent'anni cresce inesorabile urlando che Mao stato il primo punk al mondo. Attraverso un percorso fatto di immagini, suoni e versi della contestazione, in molti casi clandestini, questo libro getta luce per la prima volta sui nipotini orientali dei Sex Pistols e dei Ramones: poesie e canzoni che rendono un'immagine della Cina mai cos "acida e vicina".
 

What people are saying - Write a review

We haven't found any reviews in the usual places.

Contents

Section 1
7
Section 2
37
Section 3
52
Section 4
65
Section 5
70
Section 6
88
Section 7
184
Section 8
187
Copyright

Common terms and phrases

Bibliographic information