Questo sono io

Front Cover
Edizioni Mondadori, Oct 7, 2010 - Games - 132 pages
6 Reviews
Questo sono io significa che Gigi D'Alessio, poche storie, dice tutto. Perché se qualcuno deve parlare di certe cose, è giusto che lo faccia lui in prima persona, al di là dello spifferare maligno dei pettegolezzi. E allora racconta per la prima volta senza reticenze della storia con Anna Tatangelo: "All'inizio ero comunque spaventato, poi sono arrivato alla conclusione che non c'era nulla di male ad amare di nuovo, a vivere una nuova storia d'amore, che non era giusto trattenersi solo per paura...". Risponde alle accuse di vicinanza ad alcuni ambienti malavitosi: "Ho cantato alle feste di alcuni boss della camorra. A Napoli, appena cominci a diventare qualcuno, quel 'giro' ti viene a cercare: diventi la loro ciliegina sulla torta di nozze. E quando scatta l'invito', non puoi rifiutare...". Fa chiarezza sull'amicizia-rivalità con Pino Daniele e su quei maledetti fischi al concerto di piazza Plebiscito. Dice la sua sui "pezzotti", i Cd falsi che lo rendono il cantante italiano più piratato: "Ma va bene così. È meglio che vendano Cd falsi per arrivare fino al 27 del mese, che fare cose ben peggiori". Fa sorridere e sognare quando narra dei suoi incontri con Wojtyla, Maradona, o di quella volta che cantò Malafemmena a Bill Clinton in pieno scandalo Lewinsky. Senza tradire la sua schiettezza e veracità, mette il cuore in mano a tutti i suoi fan: "Nella mia vita ho conosciuto l'inferno, ho visto il baratro, ho toccato il fondo, mi sono più volte piegato ma mai spezzato. Con determinazione e tanto lavoro mi sono sempre rialzato".
 

What people are saying - Write a review

We haven't found any reviews in the usual places.

Selected pages

Contents

Indice
Questo sono io
Napoli piazza del Plebiscito
Una nuvola bianca nel cielo di Roma
Quando le figurine dei calciatori giocavano sul campo della fantasia
Un presepe per sognare un mondo di Pazzarielli e zampognari
I figli lessenza dei miei sorrisi
Suonare è come giocare per tutta la vita
Il nero di seppia della camorra
Il pubblico la mia nuova famiglia
Fiero di essere figlio della Città e Pullecenella
Io produttore per regalare un sogno
il lungo viaggio del CD pezzotto
Il grande potere della musica
Incontri sognati e inaspettati
Il terremoto infinito

Caro Renato lultimo saluto in punta di piedi
Cantante per forza di cose
i valori autentici
La mia fede sospesa tra sacro e profano
Anna la mia nuova primavera
Na tazzulella e cafè con Pino Daniele
Il teatro della vita intorno a una tavola imbandita
Mogol De André Di Giacomo Daniele poeti del quotidiano
In conclusione
Ringrazio
Crediti delle canzoni citate nel libro
Copyright

Other editions - View all

Common terms and phrases

Bibliographic information