Racconti di Pietroburgo

Front Cover
Bur - Fiction - 231 pages
0 Reviews
Pietroburgo cittą-miraggio, cittą cupa e ostile, dove tutto e allucinazione e menzogna, dove lo spazio stagnante e l’oppressione dell’ambiente sociale travolgono gli “umiliati e offesi”, i piccoli funzionari, gli artisti emarginati, portandoli ora alla follia, ora al suicidio. Nel realismo grottesco gogoliano, l’elemento fantastico e l’elemento reale slittano e cambiano continuamente di posto: il naso dell’assessore di collegio Kovalev aspira di colpo a una vita autonoma, mettendo nei guai il suo possessore; il povero impiegatuccio Akakij Akakievič viene derubato del suo cappotto e ritorna come un fantasma per vendicarsi. “Il mondo di Gogol’ e capovolto.”
 

What people are saying - Write a review

We haven't found any reviews in the usual places.

Other editions - View all

Common terms and phrases

Bibliographic information