Rose al veleno: Storie d'amore e d'odio

Front Cover
Bompiani - Social Science - 324 pages
0 Reviews
“Le storie qui raccolte, tutte assolutamente vere e narrate dai diretti protagonisti, sono le storie di chi, per avere accettato un fiore, uno scambio di sorrisi, una gentilezza, talvolta un affetto, si è trovato poi trascinato in un incubo, ostaggio di un predatore chiamato stalker.” Stalking è un termine che indica il ripetuto tentativo da parte di un individuo di diventare padrone della vita di un altro seguendone le tracce e i movimenti, come in una caccia, ossessionandolo. Inizialmente con modi gentili, via via con una insistenza impressionante e maniacale. E gli esiti – come leggerete da queste testimonianze – sono devastanti, talvolta mortali. Secondo l’ISTAT sono oltre 7 milioni in Italia le vittime di violenza fisica e/o psichica, in massima parte donne. E poco meno della metà, ovvero 2 milioni e 777 mila, ha dovuto sopportare un’azione di stalking. Come emerge da queste storie la vittima di uno stalker non ha una specifica tutela giuridica, può difendersi al massimo con una denuncia per molestie (sei mesi di pena, nella stragrande maggioranza dei casi mai scontati in carcere). Nulla in confronto al pericolo a cui si espone con la sua stessa reazione. Questa inchiesta nasce da una ricerca condotta sul campo e porta alla luce, per la prima volta, un fenomeno diffusissimo eppure ancora malcompreso e frainteso. Perché non si possa più dire che non si sapeva.
 

What people are saying - Write a review

We haven't found any reviews in the usual places.

Selected pages

Contents

Section 1
Section 2
Section 3
Section 4
Section 5
Section 6
Section 7
Section 8
Section 10
Section 11
Section 12
Section 13
Section 14
Section 15
Section 16
Section 17

Section 9

Other editions - View all

Common terms and phrases

About the author (2010)

Federica Angeli è nata a Roma il 20 ottobre 1975. Lavora a “la Repubblica” dal 1998 come cronista di nera e giudiziaria. Per Bompiani ha scritto con Emilio Radice Cocaparty, storie di ragazzi, tra sballi, sesso e cocaina (2008).

Emilio Radice, 59 anni, già autore radiofonico di programmi sul tempo libero (Altrimenti insieme) e sulla droga (Il triangolo d’oro) su RaiUno, poi per dieci anni giornalista di “Paese Sera”, dal 1988 è redattore del quotidiano “la Repubblica”, in cui si è occupato di cronaca nera e giudiziaria. Attualmente è caposervizio. Per Bompiani ha scritto con Federica Angeli Cocaparty, storie di ragazzi, tra sballi, sesso e cocaina (2008).

Bibliographic information