Solo lo stupore conosce: L'avventura della ricerca scientifica

Front Cover
Bur - Science - 420 pages
0 Reviews
Lo stupore e la contemplazione della realtā sono all’origine della scienza intesa come avventura umana; ma non accompagnano solo l’avvio della ricerca: ogni passo dell’indagine č "inizio" e suscita stupore. Il libro sorprende la dinamica della scienza "in azione", dando la parola ai diretti protagonisti per rispondere a domande del tipo: "Come lo scienziato guarda la realtā?", "Cosa lo muove?", "Cosa cerca?". Dal percorso proposto emerge la centralitā della persona, soggetto della conoscenza e vertice della grande compagine della creazione. Al lettore sono offerte pagine pregnanti e provocatorie tratte da autobiografie, resoconti di vita vissuti ed epistolari di numerosi scienziati di ieri e di oggi (tra gli altri: Galileo, Faraday, Mendel, Curie, Einstein, Fermi, Severi, Lorenz, Feynman, Eccles), che all’esperienza sul campo hanno unito la riflessione razionale sulla propria vicenda umana.
 

What people are saying - Write a review

We haven't found any reviews in the usual places.

Selected pages

Contents

Section 1
Section 2
Section 3
Section 4
Section 5
Section 6
Section 7
Section 8
Section 20
Section 21
Section 22
Section 23
Section 24
Section 25
Section 26
Section 27

Section 9
Section 10
Section 11
Section 12
Section 13
Section 14
Section 15
Section 16
Section 17
Section 18
Section 19
Section 28
Section 29
Section 30
Section 31
Section 32
Section 33
Section 34
Section 35
Section 36
Section 37
Copyright

Other editions - View all

Common terms and phrases

About the author (2012)

Marco Bersanelli, astrofico, docente all’Universitā degli Studi di Milano, collaboratore al Cnr, č tra i responsabili della missione spaziale Planck dell’Agenzia Spaziale Europea per lo studio delle origini dell’universo. Ha lavorato presso il Lawrence Berkeley Laboratory, University of California, e ha condotto esperimenti di cosmologia dalla base scientifica al Polo Sud

Mario Gargantini, ingegnere, giā docente di fisica, svolge l’attivitā di giornalista scientifico ed č direttore della rivista "Emmeciquadro". Nel 1987 č stato tra i vincitori dell’VIII Premio Glaxo per la divulgazione scientifica e nel 1990 ha vinto il Premio Feder chimica. Ha pubblicato I papi e la scienza (Jaka Book, 1985) e Uomo di scienza, uomo di fede (Elle Di Ci, 1991)

Duccio Macchetto, fisico, ha lavorato nei principali centri astronomici europei e americani. Čco direttore del Programma scientifico del telescopio spaziale Hubble presso lo SpaceTelescope Science Institute della Nasa e membro dello Space Science Institute dell’Agenzia Spaziale Europea

Bibliographic information