Sonetti di Francesco Ruspoli editi ed inediti

Front Cover
 

What people are saying - Write a review

We haven't found any reviews in the usual places.

Selected pages

Other editions - View all

Common terms and phrases

Popular passages

Page 126 - ... indovino , Ma lo scrocchio darla sul cataletto. Se ne va solo, e in pubblico rabbuja Lo sguardo suo, che pare un Diesire, Ma, s'egli è tra' ragazzi, un Alleluja. Borbottando orazion, si fa sentire Come un frullon per chiesa , e ogni peluja Di su gli altari cerca ripulire.
Page 9 - Il che ne' suoi tempi, da chi lo bazzicava e sapeva i suoi riboboli ed il suo genio e le sue passioni, e conosceva quelle persone alle quali erano state tagliate addosso le sue composizioni, non era punto difficile a rinvenire. Ma mancati in questo processo di tempo gli uni e gli altri, e pochi restatici di quei che ne abbino avuto notizia, stimo molto giovevole ali' intelligenza di esse, di raccontarne quel tanto che per ancora mi resta nella memoria.
Page 145 - Chi a consigli d' ognun presto si cala , è come quello, a cui punzon sien dati, mentre tombola giù per una scala. Se chi non crede in Dio va tra' dannati, chi ad altri crede è messo colla pala dentro alle Stinche, tra que
Page 54 - E di molte frittelle in fui fajone . Ha una pancia larga, e riquadrata, E mangia tanta roba in due bocconi, Che non la porterebbe una fregata. Da Bartolo ebbe un calcio ne...
Page 142 - ... D'un gran cibreo di chiappe di bertucce; Per sapa vi sia dentro e per erbucce De' serviziali a' diavoli avanzati : E Giuda colla frombola i mosconi Vi cacci dalla mensa, ei diavolini Vi stian mordendo il e ... a saltelloni. La vostra beva sien colmi catini Di stumia di ca.n guasti, beveroni Proprj da voi per delicati vini. Poi, giacendo supini, Cachinvi in bocca allora tutti quanti, Dicendovi: Buon pro, buon pro, pedanti.
Page 120 - ... fa la spia o l' indovino , Ma lo scrocchio darla sul cataletto. Se ne va solo, e in pubblico rabbuja Lo sguardo suo, che pare un Diesire, Ma, s'egli è tra
Page 36 - Natura inchina al male; e viene a farsi L' abito poi difficile a mutarsi.
Page 80 - Peggior d' un romitaccio passeggiere , Che svisi co' casolti uno stradiere, Negli occhi ha le stadere, Con che bilancia i fatti alle persone : Ma non so poi, se e
Page 38 - Fiorenza, le cui strade erano in quel tempo molto più strette, che al presente non sono, teneva le gambe tanto larghe, che metteva in...
Page 7 - Egli è in Firenze un certo Animalone, che fa il Poeta a vento e '1 Dottoraccio e studia poesia sur un libracelo, che compose una volta Giambracone. Gli è alto di statura e magherone; s...