Spero che servano birra all'inferno

Front Cover
Tea - Fiction - 338 pages
Le avventure di Tucker Max cominciano tutte allo stesso modo: alticcio! Ma è impossibile sapere come finiscono, perché tra la prima e l’ultima birra può succedere di tutto. E quando Tucker e i suoi amici raggiungono l’ultimo stadio della famosa «Scala di Tucker Max ubriaco» si salvi chi può. Tucker, arrivato a quel punto, non riuscirà più a mettere a fuoco nemmeno le maniglie delle porte, figuriamoci trovare le chiavi della macchina, e nel frattempo avrà di certo rimorchiato qualche tipa (più è ubriaco, più sarà brutta o grassa), avrà vomitato un paio di volte in modo incontrollabile e si sarà incazzato con tutti, anche con oggetti inanimati (generalmente insultandoli ad alta voce). Poi si sveglierà in qualche posto che non ha mai visto prima e che non riconosce e magari a fianco di una di cui non ricorda nulla... Ma una cosa è certa: il divertimento è totale, anche e soprattutto per i suoi lettori.
 

What people are saying - Write a review

We haven't found any reviews in the usual places.

Selected pages

Contents

Section 1
Section 2
Section 3
Section 4
Section 5
Section 6
Section 7
Section 8
Section 18
Section 19
Section 20
Section 21
Section 22
Section 23
Section 24
Section 25

Section 9
Section 10
Section 11
Section 12
Section 13
Section 14
Section 15
Section 16
Section 17
Section 26
Section 27
Section 28
Section 29
Section 30
Section 31
Section 32
Copyright

Other editions - View all

Common terms and phrases

About the author (2010)

Roberto Goracci nasce a Roma nel 1966. Ha cominciato a lavorare come skipper nel 1987. Dal 1995 al 1999 ha vissuto a Cuba e da questa esperienza è nato il libro A est dell’Avana. Nel 2010 ha pubblicato sempre con TEA Acqua viziata. Attualmente sta cercando di far perdere le sue tracce.

Bibliographic information