Storia del porto di Livorno, 1949-1994

Front Cover
Erasmo, 2004 - Architecture - 162 pages
Nel volume vengono ampiamente e accuratamente analizzati i compositi difetti che per decenni hanno afflitto gli scali italiani. L'analisi è di lungo periodo. In 50 anni di storia portuale si sono sovrapposte e intrecciate ai noti problemi di scarsi e intermittenti investimenti pubblici altre questioni connesse con un'integrazione limitata dei traffici marittimi e terrestri e con una gestione pubblica del mercato del lavoro ormai obsoleta. Il porto di Livorno, uno dei più importanti del Mediterraneo, è al centro di questa ricerca, che utilizza fonti inedite private e pubbliche, per mettere sotto una nuova luce importanti avvenimenti che, come le lotte contro la diffusione dell'.autonomia funzionale (negli anni Cinquanta e Sessanta) o l'applicazione dei decreti del ministro Prandini nel 1989, hanno successivamente portato a modificare radicalmente la gestione dei porti e del lavoro portuale in Italia. Le riforme portuali attuate negli anni 1989-1992 e 1994-2000 hanno avuto conseguenze drastiche sull'organizzazione del lavoro. Alcune di queste conseguenze non sono ancora chiare e presentano molte incognite. Un utile strumento di orientamento può essere trovato allora nell'analisi storica di lungo periodo che fornisce ai policy makers prospettive coerenti per la soluzione dei problemi odierni.

From inside the book

What people are saying - Write a review

We haven't found any reviews in the usual places.

Contents

Section 1
5
Section 2
26
Section 3
27
Copyright

5 other sections not shown

Common terms and phrases

Bibliographic information