Storia della Toscana sino al principato: con diversi saggi sulle scienze, lettere e arti, Volumes 3-4

Front Cover
 

What people are saying - Write a review

We haven't found any reviews in the usual places.

Other editions - View all

Common terms and phrases

Popular passages

Page 292 - Ond' ella toglie ancora e terza e nona, Si stava in pace, sobria e pudica. Non avea catenella, non corona, Non donne contigiate, non cintura Che fosse a veder più che la persona. Non faceva, nascendo, ancor paura La figlia al padre, ché il tempo e la dote Non fuggian quinci e quindi la misura.
Page 33 - Qui non si canta al modo delle rane, qui non si canta al modo del poeta che finge immaginando cose vane; ma qui risplende e luce ogni natura che a chi intenda fa la mente lieta.
Page 74 - Dell' umana natura posto in bando : Che in la mente m' è fitta, ed or m'accora La cara e buona imagine paterna • - Di voi, quando nel mondo ad ora ad ora M...
Page 101 - Le antiche mura , che ancor teme ed ama , E trema il mondo, quando si rimembra Del tempo andato, e indietro si rivolve (56), ,- , che cosa non si poteva attendere?
Page 77 - Lo primo tuo rifugio e il primo ostello Sarà la cortesia del gran Lombardo, Che in sulla Scala porta il santo uccello...
Page 88 - Un fracasso d' un suon pien di spavento, Per cui tremavano ambedue le sponde; Non altrimenti fatto che d'un vento Impetuoso per gli avversi ardori, Che fier la selva, e senza alcun...
Page 118 - Mille trecento con settant' otto anni Veri correvan , quando incominciato Fu questo libro , scritto ed ordinato , Come vedete , per me ser Giovanni. E in battezzarlo ebbi anco pochi affanni, Perchè un mio car signor l'ha intitolato.
Page 90 - In sua sustanzia, e fassi un' alma sola, Che vive, e sente, e sé in sé rigira. E perché meno ammiri la parola , Guarda 'l calor del Sol, che si fa vino , Giunto ali
Page 87 - Ben sai come nell' aer si raccoglie Quell'umido vapor che in acqua riede, Tosto che sale dove '[ freddo il coglie. Giunse quel mal voler, che pur mal chiede, Con l' intelletto, e mosse il fumo e il vento Per la virtù che sua natura diede. Indi la valle, come il di fu spento, Da Pratomagno al gran giogo coperse Di nebbia, e il ciel di sopra fece intento...
Page 85 - 1 raggio non ingombra. A sofferir tormenti e caldi e gieli Simili corpi la Virtù dispone. Che, come fa, non vuoi eh' a noi si sveli. Matto è chi spera che nostra ragione Possa trascorrer l' infinita via, Che tiene una sustanzia in tre persone.

Bibliographic information