Storia della Toscana sino al principato, con diversi saggi sulle scienze, lettere e arti, Volume 2

Front Cover
Presso Gaetano Ducci, 1824
 

What people are saying - Write a review

We haven't found any reviews in the usual places.

Selected pages

Other editions - View all

Common terms and phrases

Popular passages

Page 33 - Qui non si canta al modo delle rane, Qui non si canta al modo del poeta Che finge imaginando cose vane; Ma qui risplende e luce ogni natura Che a chi intende fa la mente lieta. Qui non si sogna per la selva oscura.
Page 74 - Dell' umana natura posto in bando : Che in la mente m' è fitta, ed or m'accora La cara e buona imagine paterna • - Di voi, quando nel mondo ad ora ad ora M...
Page 88 - E già venia su per le torbid' onde Un fracasso d' un suon pien di spavento, Per cui tremavano ambedue le sponde ; Non altrimenti fatto che d...
Page 101 - Le antiche mura , che ancor teme ed ama , E trema il mondo, quando si rimembra Del tempo andato, e indietro si rivolve (56), che cosa non si poteva attendere?
Page 118 - Mille trecento con settant'otto anni f^eri correvan, quando incominciato Fu questo libro , scritto ed ordinato , Come vedete, per me Ser Giovanni...
Page 89 - Dall'un de' capi, che dall'altro geme, E cigola per vento, che va via; 42 Sì della scheggia rotta usciva insieme Parole e sangue; ond'io lasciai la cima Cadere, e stetti come l'uom che teme.
Page 85 - 1 raggio non ingombra. A sofferir tormenti e caldi e gieli Simili corpi la Virtù dispone. Che, come fa, non vuoi eh' a noi si sveli. Matto è chi spera che nostra ragione Possa trascorrer l' infinita via, Che tiene una sustanzia in tre persone.
Page 66 - Se il grande avolo mio, che fu il primiero Che il parlar Sicilian giunse col nostro Lassato avesse un...
Page 90 - In sua sustanzia, e fassi un' alma sola, Che vive, e sente, e sé in sé rigira. E perché meno ammiri la parola , Guarda 'l calor del Sol, che si fa vino , Giunto ali
Page 104 - S' io avessi pensato che sì care Fosser le voci de' sospir miei in rima, Fatte le avrei dal sospirar mio prima In numero più spesse, in stil più rare. Morta colei che mi facea parlare, E che si stava de...

Bibliographic information