Storia della letteratura italiana. [With] Indice generale, Volume 4

Front Cover
 

What people are saying - Write a review

We haven't found any reviews in the usual places.

Selected pages

Contents

Other editions - View all

Common terms and phrases

Popular passages

Page 520 - Credette Cimabue nella pintura Tener lo campo; ed ora ha Ciotto il grido, Sì che la fama di colui oscura. 33. Così ha tolto 1' uno ali' altro Guido La gloria della lingua: e forse è nato Chi 1' uno e 1
Page 27 - Pereti' io un poco a ragionar m' inveschi. 1' son colui, che tenni ambo le chiavi Del cuor di Federigo, e che le volsi, Serrando, e disserrando, sì soavi, Che dal segreto suo quasi ogni uom tolsi : Fede portai al glorioso uflzio, Tanto, ch' i' ne perdei le vene ei polsi. La meretrice, che mai dall...
Page 419 - Corso, credendosi esser seguito da' Cerchi, per farli trascorrere nella briga: e trascorrendo il cavallo, lanciò il dardo, il quale andò in vano. Era quivi, con messer Corso, Simone suo figliuolo, forte e ardito giovane, e Cecchino de...
Page 126 - Potevasi egli adombrar meglio lo stato dell'impero dopo la morte d'Arrigo, la lunga guerra tra Ottone e Filippo, la morte di Filippo, che rendette Ottone posseditore del trono, e l'abbatterlo che presto fece Federigo II, il qual finalmente rimase padron dell' impero ? Tutte le quali cose avvennero alcuni anni dopo la morte di Gioachimo.
Page 21 - Benvenuto, egli era consapevole di tutti i segreti di Federigo, e gli faceva o abbracciare , o abbandonare un partito , come più gli piacesse, ed ogni cosa reggeva a suo talento.
Page 231 - Avvenne dipoi che guarito il sommo pontefice, ovvero per merito della cura, o per purgare il sospetto dell'avarizia, donò ad esso Taddeo diecimila ducati i quali tutti l'uomo di santa vita, essendo ritornato a Bologna, spese a edificar chiese e spedali; ea Bologna già d
Page 377 - Cavaliere , di una fomma di tre mila fracchi e di molti doni, e fra gli altri di uno Sparviere d'oro, onore non conceduto che a' Cavalieri Reali, gli die congedo. Nel fuo viaggio tutte le Città, per cui gli avvenne di far...
Page 354 - ... storia della nostra letteratura , dopo aver fatto conoscere , che regnando Federico II in Sicilia si trasportarono dal greco e dall' arabico in latino molte opere di Aristotile e di altri per uso singolarmente delle scuole d' Italia, aggiugne : inoltre in questa Estense Biblioteca conservasi manoscritta la traduzione di un...
Page 303 - Salomon de' fuoi tempi. Quel Maeftro Galefe, di cui fa menzione Tancredi, è Giovanni natio della Provincia di Wallia in Inghilterra, il quale da alcuni, ma fenza alcun fondamento, è flato detto Volterrano (4). La Raccolta da lui pubblicata è (rata data alle (rampe da Antonio Agoftino. Finalmente Pietro da Benevento era già (lato Profeflbre di Diritto Canonico nell' Univerfità di Bologna , come da un antico Codice pruova il P
Page 230 - Italia infermi in qualunque parte era chiamato con salarii smisurati; ed essendo al suo tempo il sommo pontefice in infermità mortale caduto, e comandando che alla sua cura fosse chiamato Taddeo, non si accordando co...

Bibliographic information