Storia di un pescatore coraggioso

Front Cover
REI (Rifreddo), Sep 14, 2012 - Fiction
0 Reviews
Nel 1250 moriva un grande sovrano considerato tra i più moderni e innovativi di tutto il Medioevo: l'Imperatore e re Federico II di Svevia. Quattro anni dopo toccò al figlio legittimo Corrado IV ultimo della dinastia degli Hohenstaufen. A succedere al trono di Germania è il figlio Corradino di Svevia di soli due anni. Manfredi, gran mecenate e abile stratega, prese le redini dell'Italia meridionale e della Sicilia. Nonostante la sua condizione di figlio naturale, seppe reggere, con non poche difficoltà, quella parte di Regno, molto amato dallo stesso Federico, per circa dodici anni. Fino al 1266, anno della sua morte, tenne la chiesa e il potere dei papi fuori da ogni intromissione politica mandando e lasciando in esilio prima Papa Alessandro IV, poi Papa Urbano IV, quest'ultimo alleatosi con i francesi fu il fautore della crociata contro Manfredi. Proprio la morte dell'amato sovrano segna l'epilogo sconcertante nel cancellare definitivamente il nome di Manfredi dalla storia e, ciò che gli abitanti chiamano col nome di "Figlia del Regno", per ragioni di omonimia: "Manfredonia". Un anno prima che Manfredi partisse per Benevento, un pescatore di nome Silvestro inizia ad avere dei sospetti su una serie di avvenimenti e strani messaggi lasciatigli da un caro amico del nonno. Con Simone, suo inseparabile amico, decie di indagare e scoprire se quanto sospettato sia vero. Nel frattempo ottanta valorosi cavalieri posti a presidio della fortezza sono pronti a partire per vendicare i loro amici scomparsi nella battaglia di Benevento. Manfredonia rischia un serio e grande pericolo, sarà possibile evitarlo? Silvestro viene a conoscenza, su rivelazione del nonno, di una verità che cambierà le sorti della sua intera esistenza, e, per ironia della sorte, si troverà a vestire i panni di uno sconosciuto cavaliere, "l'Ottantunesimo". Tra continui e duri addestramenti partirà con gli ottanta cavalieri per divenire leggenda. Il primo Grande Cavaliere che Manfredonia abbia mai avuto.

What people are saying - Write a review

We haven't found any reviews in the usual places.

Bibliographic information