Sulla pietosa morte di Giulia Cappelletti e Romeo Montecchi: lettera critica

Front Cover
Alvisopoli, 1824 - 37 pages
 

What people are saying - Write a review

We haven't found any reviews in the usual places.

Other editions - View all

Common terms and phrases

Popular passages

Page 23 - Scolari, l' essersi mandato pe' medici, i quali esaminassero il creduto cadavere con tutte le diligenze dell'arte loro, è una vanità de' novellatori: egli ci tratterebbe da ben poco eruditi, se noi pensassimo, che vi fossero allora speziali e medici, e che in vece un fra Lorenzo non fosse tutto e non potesse far tutto, fra gente ignara di tutto. E pure il principio del secolo decimo quarto, il momento del fiorire di Dante, non era tempo di tanto grossolana ignoranza. Poco meno che un secolo prima...
Page 16 - ... fatto mentre il poeta era in Verona non mettevano forse costoro le mani nel sangue l'uno dell'altro ? E Giulietta e Romeo non avevano forse in quell'anno medesimo accresciuta la sciaurata celebrità dei lor fatti ? Che non dovea dunque dire al cuore d'Alberto il solo verso — fieni a veder Montecchi e Cappelletti ? Dovea forse il poeta entrare in un esteso racconto, quando il solo vieni a veder era proprio un chiamarlo a quello stesso sepolcro di Giulia, al quale accorreva in quei medesimi giorni...
Page 35 - ... tanto ; ed anche in tal caso il buco avrebbe dovuto essere stato fatto con qualche diligenza, per poterlo chiudere e aprire secondo il bisogno. Checché siane, per me credo probabile, che quei due...
Page 15 - Romeo acquistano fede dal massimo de' poeti e degli annalisti italiani. Un solo verso dell' Allghieri nel canto sesto del Purgatorio provvede al silenzio trascuratissimo degli storici, e la qualità di quel verso in cosa affatto recente vale propriamente intero un racconto. Gli antichi commentatori rischiarano e confermano ciò, che il poeta non potè che accennare di volo nella rapidità della eloquente invettiva contro Alberto...
Page 5 - ... monumenti superbi della romana grandezza. Egli fu anzi mestieri guarentirlo al pari di questi, onde serbarlo all'affetto dei posteri, ai quali lo si rapiva dai molti che, staccandone le particelle, amavano legarle in oro e formarne anelli amorosi. Non sono pochi per altro coloro i quali tengono, che questa generale e perenne tenerezza del nostro cuore verso quegli infelici amanti si debba credere...
Page 25 - Che farà dun« que questo uomo fedele, il quale non ne sa più « di così, e che sente morta Giulietta ? Tutto do...
Page 35 - Il monumento di Giulietta e Romeo, garantito per quel medesimo da una tradizione costante sino al tempo del Dalla Corte, e dal secolo XV sino a noi, esiste tutt'ora. Egli consiste in una cassa antica di marmo de...
Page 27 - M. 1o non potrò negarvi, egregio Amico, di non avere supplito o, per dir vero, spiegato alcun poco il Dalla Corte, per quello appartiene allo sviluppo di questa vera tragedia ; prevaluto essendomi, com' era debito, delle circostanze ragionevoli che ho trovato negli altri due, quasi contemporanei scrittori, dei quali vi ho parlato a principio (5). Vicino dunque al termine del mio scritto, io la ragiono a tal modo. O si vuoi negare il fatto, o le sue circostanze. Se il fatto ; tutte le regole della...
Page 11 - ... ritrovare. Il perché, tutte queste cose dirittamente considerate, non sarebbe che irragionevolezza il dipartirsi dal Dalla Corte, ed il negare di peso un fatto, di cui, nel lib. X, egli prende a scrivere non tanto come di cosa vera, ma come di fatto notorio, e il principale che sia accaduto nel i3o3, quando Angelo da Reggio era il podestà di Verona. Stabilita per questa forma la fede al Dalla Corte, ed il modo di usarne ; la terza cosa da notare è, che o parlisi del silenzio degli scrittori...
Page 10 - ... della loro romanzesca amplificazione, hanno conservato molto a supplirlo. Frattanto dal Panvinio in sino al suddetto Carli non abbiamo per primo storico di questo fatto se non che esso Dalla Corte, il quale è già tenuto dal gran Maffei per accurato in quello che aspetta l'aver consultato le cronache antiche, tante delle quali non ponno essere arrivate agli scrittori di quasi due secoli dopo. E sebbene sia vero, che in qualche incontro non lo a fatto con tutta critica ; ciò pure ammettendo,...

Bibliographic information