La strana storia della rana pasticciona, della ghiandaia blu e del gatto che salvò il mondo dei maghi. The Familiars

Front Cover
Newton Compton Editori, 2011 - Juvenile Fiction - 320 pages
0 Reviews
Aldwyn è un gatto randagio che vive alla giornata nella terra di Vastia. Mentre sta scappando dalle grinfie di un accalappiagatti, finisce in un negozio che vende famigli, animali con poteri magici che da sempre accompagnano maghi e streghe nelle loro avventure. Ma Aldwyn non sa nulla di magia: lui sa solo rubare il pesce, dormire sui tetti e fuggire da cani e pescivendoli infuriati. Eppure, tra tanti altri animali, il maghetto Jack sceglie proprio lui e lo conduce a Stone Runlet, dove il potente mago Kalstaff guida una famosa scuola di stregoneria. Tra i suoi apprendisti ci sono anche Marianne e Dalton, con i loro famigli: una rana pasticciona, Gilbert, che dovrebbe avere la capacità di predire il futuro ma in realtà pensa solo a catturare mosche, e una ghiandaia blu, Skylar, saccente e altezzosa. Ma il mago non avrà il tempo di insegnare ai suoi allievi tutto ciò che sa. Tre stelle che danzano in cielo annunciano infatti che un'antica profezia sta per compiersi. Tutta Vastia è in pericolo e solo tre giovani eroi potranno salvarla. E quando i maghi verranno rapiti, toccherà ai tre famigli partire per un'incredibile avventura, affrontando orrobestie furiose, streghe cannibali, occhi volanti e tutti i pericoli che la magia nera può scagliare sul loro cammino... Età di lettura: da 12 anni.
 

What people are saying - Write a review

We haven't found any reviews in the usual places.

Selected pages

Contents

Section 1
9
Section 2
19
Section 3
22
Section 4
32
Section 5
42
Section 6
57
Section 7
61
Section 8
72
Section 15
146
Section 16
158
Section 17
170
Section 18
181
Section 19
184
Section 20
198
Section 21
204
Section 22
207

Section 9
87
Section 10
91
Section 11
99
Section 12
112
Section 13
115
Section 14
127
Section 23
213
Section 24
225
Section 25
227
Section 26
238
Section 27
241
Copyright

Common terms and phrases

Bibliographic information