Uccidiamo la luna a Marechiaro: il Sud nella nuova narrativa italiana

Front Cover
Donzelli Editore, 2009 - Literary Criticism - 194 pages
Oggi che i problemi del Sud d'Italia sono temi di successo su cui puntano media ed editoria, viene da chiedersi: che ne Ŕ stato del riscatto sociale e culturale del Mezzogiorno che una quindicina d'anni fa pareva imminente? Questo volume Ŕ un ideale grido di battaglia "futurista" dei giovani scrittori - Saviano, De Silva, Parrella, Cilento, Cappelli, Pascale - che, a partire dagli anni novanta, hanno deciso di raccontare un Sud svincolato dagli stereotipi del paradiso turistico o dell'inferno senza redenzione, svincolato dalla pizza, dal mandolino e dal vittimismo. Un sud diverso, aggiornato al presente: il sud della nuova criminalitÓ e della nuova borghesia, degli extracomunitari integrati e dei lavoratori precari. A metÓ tra il saggio e il reportage, la ricostruzione e il pamphlet, il testo esamina il fenomeno della rinascita della narrativa meridionale tanto auspicata negli anni novanta, e nel frattempo raccoglie dichiarazioni inedite, ragiona su contestazioni e polemiche e finisce per toccare questioni che oltrepassano i confini del sud. Sempre nel tentativo di ricostruire, al di lÓ delle pi¨ immediate letture, un fenomeno tuttora fonte di dibattiti e capire il ruolo che pu˛ avere la letteratura nella comprensione e nella rappresentazione del sud di oggi.
 

What people are saying - Write a review

We haven't found any reviews in the usual places.

Contents

una grande occasione mancata?
3
Contro gli stereotipi
21
due questioni meridionali
31
Nuovi linguaggi per nuove realtÓ
121
e ambientazioni
140
Indice dei nomi
189
Copyright

Common terms and phrases

Bibliographic information