Un posto per ogni cosa

Front Cover
Edizioni Piemme, Feb 15, 2013 - Fiction - 210 pages
0 Reviews
«Non affiderò a nessuno l’incarico di raccontare la mia storia. Solo dopo la morte vediamo quella piccola cosa fragile e avvincente che è la vita. Quella sfera brillante, quel globo di vetro, paesaggio sotto la neve, unico e così irrisolto.»

Parigi, 1979. Dopo vent’anni di assenza, Rosa torna in Marocco, la terra dove è cresciuta, per l’improvvisa morte del padre adottivo. Durante il volo, con una sigaretta tra le dita, lei che in Francia non fuma, si prepara alla consueta trasformazione che quella terra opera in lei, unico posto al mondo in cui si sente immensa e libera: il Marocco delle sue radici, vivido e intenso, così lontano dalla grigia vita parigina e dalla forzata solitudine di un matrimonio ormai spento. Nei giorni del lutto, in un ritrovato tumulto di profumi e colori, tra lettere, ricordi e segreti taciuti da sempre, Rosa ripercorrerà la storia della nonna e della madre e il tempo della sua infanzia accanto a Egon, suo secondo padre. Non potrà che guardare allora, sotto una nuova luce, la sua intera esistenza e metterla in discussione fino a una splendida, inattesa rinascita. Un romanzo incantato. Una galleria di personaggi memorabili. Un’autrice che sembra la Allende del Mediterraneo.
 

What people are saying - Write a review

We haven't found any reviews in the usual places.

Selected pages

Contents

Section 1
Section 2
Section 3
Section 4
Section 5
Section 6
Section 7
Section 8
Copyright

Other editions - View all

Common terms and phrases

Bibliographic information