Una volta l'Argentina

Front Cover
Ponte alle Grazie - Fiction - 255 pages
0 Reviews
Se in ogni vita si celano molti romanzi, quante vite si nascondono in questo! Una volta l'Argentina racconta la storia della famiglia di Andrés Neuman, una stirpe incantevole e variopinta, arrivata da ogni parte del mondo in un Paese letteralmente costruito dai milioni di immigrati. Capostipiti, il russo Jacobo, nato sotto gli zar, e René, scultore eretico che lasciò la Francia con la moglie Louise Blanche per un remoto villaggio dell'Argentina del nord. Metà creature di fantasia metà donne e uomini in carne e ossa, al cospetto dei suoi ascendenti la penna di Neuman mantiene assieme tenerezza e lucidità: ne risulta il racconto personale di un Paese che è un mondo intero, con le sue mille tragedie e resurrezioni, e di un secolo lunghissimo, il tremendo Novecento, corso via troppo veloce perché ci accorgessimo di quanto lontano ci stava portando. Con una delicatezza e un'intensità rare, combinando elegia, tragedia e umorismo, Neuman dispiega di fronte ai nostri occhi una genealogia reale e fantastica, donandoci al contempo un romanzo storico e di formazione, un apologo politico e una poesia d'amore per chi ci ha preceduto, generato, lasciato.
 

What people are saying - Write a review

We haven't found any reviews in the usual places.

Selected pages

Other editions - View all

Common terms and phrases

About the author (2011)

Andrés Neuman, figlio di musicisti emigrati, è nato a Buenos Aires nel 1977, ma durante l’adolescenza si è trasferito in Spagna, a Granada, dove ha insegnato letteratura ispanoamericana. Autore prolifico, Neuman è considerato fra i maggiori talenti della nuova letteratura ispanofona. Ponte alle Grazie ha pubblicato le sue opere maggiori: Il viaggiatore del secolo (2010), Una volta l’Argentina (2011), Parlare da soli (2013).

Bibliographic information