Uno studio in rosso

Front Cover
Bur - Fiction - 200 pages
2 Reviews
Il corpo di un uomo viene ritrovato, privo di vita e senza alcuna traccia di violenza, in una casa disabitata. Unici oscuri indizi per sciogliere il mistero, la parola Rache tracciata con del sangue su una parete, un biglietto dal testo sibillino e una fede nuziale. Sono queste le coordinate che segnano, nel 1887, la prima comparsa sulla pagina di uno dei più amati e indimenticabili eroi dell’indagine poliziesca: Sherlock Holmes. Misterioso, solitario, dotato di straordinarie capacità analitiche, Holmes affascina il lettore – e il suo nuovo amico e coinquilino, il dottor Watson – e lo conduce, passo dopo passo, a ripercorrere la storia di un’antica vendetta che da Londra risale a luoghi molto lontani. Con “Uno studio in rosso” nasce l’investigatore letterario per eccellenza, capace come nessuno di sfruttare la scienza della deduzione e il rigore di una razionalità inflessibile: un mito destinato a non tramontare mai.
 

What people are saying - Write a review

We haven't found any reviews in the usual places.

Selected pages

Contents

Section 1
Section 2
Section 3
Section 4
Section 5
Section 6
Section 7
Section 8
Section 10
Section 11
Section 12
Section 13
Section 14
Section 15
Section 16
Section 17

Section 9

Other editions - View all

Common terms and phrases

About the author (2012)

Arthur Conan Doyle 1859 – 1930 Irlandese ma nato a Edimburgo, medico, abbandona il cattolicesimo per l’agnosticismo scientifico. Un giorno inventa Sherlock Holmes, l’indagatore del raziocinio, e da allora, tra romanzi e racconti (memorabili, fra gli altri, Uno studio in rosso, Il segno dei quattro, La valle della paura, Il mastino dei Baskerville), non se ne libera più. Tenterà di farlo morire ma, per la pressione dei lettori, dovrà riportarlo in vita.

Bibliographic information