Valmarecchia. Dalla sorgente a ponte Messa

Front Cover
Daniele Albini
Guaraldi - Science - 196 pages
0 Reviews
"Se senti parlare di zattere calcaree che navigano su di un mare di argilla e che impennano la loro prua verso levante, non sono visioni di un pazzo, ma descrizione della geomorfologia della Valmarecchia. Se la vecchia nonna dice alla nipote in dolce attesa di recarsi alla Madonna di Saiano e di sedersi nel trono di pietra della Madonna, di guardare verso il fiume e di dire un'Ave Maria, perché così avrà una buona gravidanza, non è solo superstizione, ma il forte intreccio fra tradizioni, fede e cultura nella Valmarecchia. Se a poca distanza dalle cabine della rinnovata spiaggia di San Giuliano vedi planare un airone cinerino, non è l'allucinazione di un patito naturalista in vacanza a Rimini, ma è un frequente incontro alla foce del Marecchia. Se fra Viserba ed Igea, in mare, a poca distanza dalla riva, ci sono polle di acqua dolce e nella piana attorno alla Gaiofana si estrae ottima acqua, non è un caso ma potrebbero essere indizi che il fiume avesse una ampia foce a delta, paludosa e simile ad un piccolo mare (Marecula), dove i primi insediamenti non potevano che dipendere dal fiume (in etrusco Armne, da cui Ariminus e Rimini)". (Arrigo Albini)

What people are saying - Write a review

We haven't found any reviews in the usual places.

Other editions - View all

Bibliographic information