Viaggio di un naturalista intorno al mondo

Front Cover
Feltrinelli Editore - Fiction - 555 pages
0 Reviews
“Dopo essere stata per due volte respinto indietro da violente libecciate, il Beagle, brigantino da dieci cannoni della regia marina militare, salpò da Devonport il 27 dicembre 1831 al comando del capitano FitzRoy. Scopo della spedizione era completare il rilevamento della Patagonia e della Terra del Fuoco, iniziato dal capitano King tra il 1826 e il 1830, ispezionare le coste del Cile, del Perú e di alcune isole del Pacifico, ed eseguire una serie di misure di longitudine attorno al mondo.” “Lo scienziato viaggiatore non si limita a contemplare il mondo a distanza, ma lo percorre in lungo e in largo, lo saggia, lo sperimenta con tutti i suoi sensi, lo manipola e a volte persino lo forza. In questo senso il naturalista dev’essere disposto ad assumersi rischi che sono tutt’altro che connaturati alla pura attività intellettuale. Non sorprende perciò vedere Darwin alle prese con tagliagole, caudillos sudamericani, stermini di indiani, furiose battute di caccia, montagne impervie, nubifragi e mareggiate, paesaggi inospitali, febbri tropicali, sommosse e insurrezioni militari, terremoti e vulcani, ogni tipo di violenza sugli animali e sugli umani, bellezze esotiche, tentativi più o meno velleitari di civilizzazione. Questo è il pane quotidiano di un esploratore e questo è il mondo in cui il giovane Darwin, con il suo sguardo sempre sospeso tra lo stupore e l’incanto, si trovò precipitato senza farci per altro mai poi troppo caso. Per qualche misterioso motivo la vita lo aveva preparato ad accettare senza scomporsi troppo la sconcertante varietà del mondo. Imperturbabile come un vero Englishman, poteva perciò mescolarsi tra gli infidi gaucho argentini, girovagare per Tahiti o il Nuovo Galles con gli indigeni locali trastullandosi con le sue opinioni cangianti sul valore e la sostanza della civiltà occidentale, senza mai perdere la sua sobria amabilità e l’aria stupefatta di chi sembra appena atterrato da un altro pianeta.”(dall’Introduzione)
 

What people are saying - Write a review

We haven't found any reviews in the usual places.

Selected pages

Contents

Il viaggio infinito di Charles Darwin di Paolo Costa
7
Bibliografia ragionata
27
Avvertenza
31
Prefazione
35
Capitolo primo São Tiago Isole di Capo Verde
39
Capitolo secondo Rio de Janeiro
57
Capitolo terzo Maldonado
77
Capitolo quarto Da Rio Negro a Bahia Blanca
100
Capitolo undicesimo Stretto di Magellano Clima delle coste meridionali
270
Capitolo dodicesimo Cile centrale
293
Capitolo tredicesimo Chiloé e Isole Chonos
314
immane terremoto
333
Capitolo quindicesimo Passaggio della Cordigliera
355
Capitolo sedicesimo Cile settentrionale e Perú
380
Capitolo diciassettesimo Arcipelago delle Galapagos
416
Capitolo diciottesimo Tahiti e Nuova Zelanda
446

Capitolo quinto Bahia Blanca
118
Capitolo sesto Da Bahia Blanca a Buenos Aires
143
Capitolo settimo Da Buenos Aires a Santa Fe
160
Capitolo ottavo Banda Oriental e Patagonia
180
Capitolo nono Santa Cruz Patagonia e Isole Falkland
215
Capitolo decimo Terra del Fuoco
242
Capitolo diciannovesimo Australia
475
formazioni coralline
496
Capitolo ventunesimo DallIsola Mauritius allInghilterra
528
Itinerario di viaggio del Beagle
553
Mappa dellAmerica del Sud
555
Copyright

Other editions - View all

Common terms and phrases

Bibliographic information