O Zahir

Front Cover
Editora Rocco, 2005 - Missing persons - 316 pages
8 Reviews
O Zahir é uma historia de amor, perda e paixào obsessiva. Um autor conhecido que escreve, como Paulo Coelho, sobre espiritualidade, e que percorreu, igualmente, o Caminho de Santiago, descobre que sua mulher, uma correspondente de guerra, o abandonou, sem deixar vestigios. Para encontra-la o autor tera de percorrer muitos caminhos e seguir pistas. Como um Ulisses moderno, tera que se desviar de tentações e encontrat os ventos que, finalmente, vão leva-lo à chave essencial : a plena descoberta do seu eu interior. Narrativa permeada de comentarios e reflexões sobre a riqueza, a fama e o casamento, O Zahir acompanha o escritor no profundo mergulho em sua obsessão, na ansia de encontrar as razões que levaram sua amada a deserta-lo. Obra em que os paralelos entre a vida do autor Paulo Coelho e a vida de seu personagem sào fascinantes, tornando a leitura ainda mais intrigante, O Zahir inspira-se na tradição islamica e num conto de Jorge Luis Borges, de O Aleph. E deles que sai o conceito de "zahir", essa presença que ocupa todo o espaço da mente e da existência de quem sabe que é impossivel resistir ao amor.

From inside the book

What people are saying - Write a review

User ratings

5 stars
2
4 stars
4
3 stars
1
2 stars
1
1 star
0

User Review - Flag as inappropriate

Un giorno, uno scrittore famoso scopre che la moglie, corrispondente di guerra, lo ha abbandonato senza lasciare traccia e senza alcuna spiegazione plausibile. Nonostante il successo e un nuovo amore, il pensiero dell'assenza della donna continua a tormentarlo e gli invade la mente fino a gettarlo in un totale smarrimento. È stata rapita, ricattata, o semplicemente si è stancata del matrimonio? La ricerca di lei porta lo scrittore dalla Francia alla Spagna e alla Croazia, sino a raggiungere gli affascinanti paesaggi desolati dell'Asia Centrale. E ancora di più, lo allontana dalla sicurezza del suo mondo verso un cammino sconosciuto, alla ricerca di un nuovo modo di intendere la natura dell'amore e il potere ineludibile del destino.  

User Review - Flag as inappropriate

Purtroppo, perchè so che è un regalo fattomi con affetto, devo dire che non mi è piaciuto; alcune riflessioni su diversi temi della vita sono senz'altro interessanti; trovo però offensivo come parli male dello stile di vita di tanti suoi lettori (sì, potrei anche sentirmi sentita in causa, anche se sono solo al secondo libro letto) quando parla della ripetitiva noiosità dell'andare avanti lavorando per mantenere la famiglia, e di come sia "squallido" secondo lui, vivere per il weekend; ecco, forse in questo senso gli manca ancora un po' di esperienza per capire che non è solo con la forza di volontà che ognuno si può affermare con un lavoro creativo, ci vuole anche un po' di fortuna e tanto talento, non è che chi non ce l'ha si debba per questo crocifiggere da solo, ci mancherebbe altro;
Riassumendo come vedo il libro,m è una serie interminabile di menate, filtrate da un po' di filosofia, un po' di cultura personare in più, qualche esperienza senz'altro interessantissima in più, ma pur sempre di menate si tratta; ognuno poi se le risolve a suo modo; personalmente come se le risolve lui non mi interessa, anzi, direi anche che approfitta abbastanza della sua posizione e del bene che gli vogliono altre persone mentre lui pensa al suo Zahir;
Quando già dopo le prime pagine volevo smettere di leggerlo una mia amica mi ha citato Pennac che parlando, non so se in un libro o in un'intervista , dei diritti del lettore, egli stesso avrebbe detto "il primo diritto del lettore e' decidere anche di non finire di leggere un libro se non gli piace" che detto da uno scrittore non è niente male!
 

Contents

Section 1
11
Section 2
15
Section 3
17
Copyright

37 other sections not shown

Other editions - View all

Common terms and phrases

References to this book

All Book Search results »

Bibliographic information