Il castello del malessere. Frammento di autobiografia

Front Cover
Pellegrini, 2008 - Fiction - 96 pages
0 Reviews
«Ho concepito questo mio libro, "Il castello del malessere", come un catalogo di ossessioni, di idee fisse, ricorrenti. Iddio, se esiste, è stato crudele con me perché mi ha fatto dono di una malattia che nessuno, me compreso, può conoscere a fondo. Possono esserne colti solo gli effetti attraverso un lungo percorso di analisi... Mentre mi accingo a narrare la mia storia osservo il mio corpo con distacco: è come se al posto degli occhi ci fosse una telecamera che lo scrutasse alla stregua di un'opera d'arte da studiare meticolosamente, da ammirare. Gradualmente, guardando la mia immagine riflessa come davanti ad uno spietato specchio, ho preso la consapevolezza della mia autocoscienza. Tutto ciò che mi circonda ha cominciato ormai a farmi ribrezzo, lo considero irreale e spesso penso di vedere cose che forse non ci sono...».

What people are saying - Write a review

We haven't found any reviews in the usual places.

Bibliographic information