Oltre Babele. Codici per una democrazia interculturale

Front Cover
EDIZIONI DEDALO, 2008 - Social Science - 393 pages
Perché "noi" cittadini dovremmo accettare chi è straniero? Perché consentirgli di avere accesso alla sfera pubblica? Perché dare riconoscimento alla sua identità culturale e alla sua diversità? Perché non limitarci a far uso della sua disponibilità lavorativa e a servirci di lui? Cosa dovrebbe indurci a cambiare per poterlo accogliere? La risposta è netta e paradossale allo stesso tempo: dobbiamo farlo per restare noi stessi; per essere coerenti con la petizione di universalismo inscritta nella fede democratica e nella grammatica dei diritti; per dimostrare che la democrazia non è un ideale regionale, ma genuinamente cosmopolita; per vincere la sfida poderosa sferrata dalla multiculturalità alla sua capacità di includere l'altro. Accettare 1'alterità culturale però non basta. Offrirne un trattamento in linea con gli imperativi democratici richiede la capacità di interpretarla e contestualizzarla, di tradurla nei nostri codici culturali e istituzionali, quindi di proporre modelli di integrazione in grado di favorire transazioni politiche eque. Il volume propone le coordinate multidisciplinari per articolare questo impegno cognitivo e politico, per costruire una "cassetta degli attrezzi" adatta ad affrontare il presente cosmopolita e il futuro (inevitabilmente) interculturale della democrazia.
 

What people are saying - Write a review

We haven't found any reviews in the usual places.

Contents

Capitolo primo
7
Capitolo secondo
25
Capitolo quarto
97
Capitolo quinto
177
Capitolo sesto
217
Capitolo settimo
241
Capitolo ottavo
311
Conclusione
347
Copyright

Common terms and phrases

all’interno antropologico appartenenti assiologica autodeterminazione base categorie circuiti cittadinanza codice civile cognitiva comportamenti comprensione comunione materiale comunità condizione confronto connotazioni contesti culturali contestualizzazione costituisce costituzionale cultura D’altronde dell’Altro dell’esperienza giuridica dell’identità dell’individuo dell’ordinamento dell’uguaglianza dell’uomo democra democratica determinare differenza culturale dimensione dinamiche diritti umani e/o diversità culturale elaborare emotiva ermeneutica esperienze esso etnocentrico giusnaturalismo grammatica della soggettività gruppo dominante hindu identitaria implicazioni indici individuale individui integrazione interculturale interpretazione islamica istanze di riconoscimento l’altro l’esistenza l’esperienza l’idea l’identità l’individuo l’integrazione l’interpretazione l’ordinamento l’unica l’universalità laicità legislativa legittimazione lessico libertà linguaggio linguistica matrice mente metafora modalità modello negoziazione normativi norme occidentale parole percezione personale pluralità poligamico politica possibile possono potrebbe prassi princìpi problema processo Quell’uomo relazioni religiosa rispetto schemi secolarizzazione semantica senso significato simbolici situazioni società multiculturali soggettività giuridica soggettività sociale soggetto di diritto spesso stereotipi straniero strategie tive turale tutela umani e/o fondamentali un’altra utilizzare valori veicolo zione

Bibliographic information