Opere scelte

Front Cover
Societa Tipografica de' Classici Italiani, 1819 - Classical literature - 500 pages
0 Reviews
 

What people are saying - Write a review

We haven't found any reviews in the usual places.

Common terms and phrases

Popular passages

Page 151 - Onde tanto l' istorie profane quanto le favole adoperò solamente per figure di quelle virtù, che colla vera legge cospirano. I semi poi particolari così di teologia, come di morale ed anche naturai filosofia, sono in particolari sentenze per tutto questo poema disseminati e congiunti con tutti i rettorici e poetici colori che mai si possano dall...
Page 19 - ... frutti loro anche i più rozzi cervelli. Con quest'arte Anfione ed Orfeo risvegliarono nelle rozze genti i lumi ascosi della ragione, e facendo preda delle fantasie coll' immagini poetiche l'invilupparono nel finto, per aguzzare la mente loro verso il vero che per entro il finto traspariva: sicché le genti, delirando, guarivano dalle pazzie.
Page 109 - ... intelligenza, da cui il favellare trae la forza e il calore. E giunse egli a sì alto segno d' intendere e profferire, perché dedusse la sua scienza dalla cognizione delle cose divine, in cui le naturali, e le umane e civili, come in terso cristallo, riflettono.
Page 19 - ... suoi individui in modo che in essi, come fonte per li suoi rivi, si diffonda e per entro di loro s'asconda, come nel corpo lo spirito. Quando le contemplazioni avranno assunto sembianza corporea, allora troveranno...
Page 335 - Toscani; il che nasce da più cagioni; ma sopra tutto, perché la poesia, la quale ha per ultimo suo segno il bene dell'intelletto, e per suo vase la fantasia, per la quale trasfonde nell'intelletto le sagge conoscenze che ella ricopre d'immagini sensibili, appo la maggior parte oggi si riduce tutta verso gli orecchi, né di lei si avverte o si cerca di esprimere altro che lo strepito ed il...
Page 151 - Sibillini ; e che qualche benché crassa similitudine di precetti e virtù cristiane anche negl' insegnamenti de' filosofi, ed operazioni degli antichi saggi e degli eroi appariva. Per questa ragione si stimò Dante libero d' ogni biasimo in aver dato luogo a Catone Uticense fuori dell...
Page 150 - Dante anche insinua la teologia rivelata, esponendone a suo luogo i misteri ; ma non lascia nellajessitura del tutto d'infondere, come interno spirito, un sentimento generale, nel quale la rivelata teologia de' cristiani e la naturale de' filosofi parimente convengono.
Page 110 - ... introducesse nelle dottrine, si consegnavano alla poesia, che fu lungo tempo la favella de' saggi. Tai misteri volle Dante nella nostra lingua da luoghi e tempi lontanissimi trasportare, e la sua poesia consecrare colla religione e colla teologia rivelata e celeste, molto più degna della naturale de' filosofi e de
Page 339 - ... critici chiamata all'esame, ed interrogata in primo luogo del nome e dell'esser suo; sicché si vede tosto intentata l'azione che i giurisconsulti chiaman pregiudiziale; e si forma in un tratto controversia sopra lo stato di essa, se sia poema, o romanzo, o tragedia, o commedia, o d'altro genere prescritto. E se quell'opera travia in qualche modo dai precetti...
Page 32 - ... colori, co' ferri, con le parole, e co' motti. Perciò la poesia, che con varj strumenti trasporta il naturale sul finto, avvalora le cose famigliari e consuete a' sensi, colla spezie di novità: la quale, movendo maraviglia, tramanda al cerebro maggior copia di spiriti, che, quasi stimoli, spronano la mente su quell'immagine in modo che possa fare azione e riflessione più viva. Onde si ravvisano i costumi degli uomini più su i teatri che per le piazze. Oltreché, quando nelle cose finte si...

Bibliographic information