Giornale internazionale delle scienze mediche, Volume 10

Front Cover
E. Detken., 1888
0 Reviews
 

What people are saying - Write a review

We haven't found any reviews in the usual places.

Common terms and phrases

Popular passages

Page 133 - Sni rapporti fra le alterazioni del sangue di cane introdotto nel cavo peritoneale degli uccelli e quelle del sangue dell' nomo nell
Page 211 - ... desiderio del pubblico bene, ci piace corroborarli con quelli che più d'una fiata vennero espressi, e con parole anche più dure delle nostre dai rappresentanti della nazione. L'on. Bovio nella tornata del 28 novembre 1886 lamentò la decadenza degli studii, dicendo « Da più anni c'è ristagno, e alla nostra presente produzione intellettuale manca la nostra impronta, manca la nostra potenza individuativa, manca così rispetto al contenuto come alla forma ; dove tentiamo originalità, diamo...
Page 867 - ... si dovesse pure procacciare altro comodo e pronto asilo in cui avessero a rinvenire la sicurezza e le cure che la posizione sociale e la impotenza economica della madre non poteva ad essi prodigare. L'influenza di un tal provvido concetto si fece largo ben presto fra le colte nazioni, ed oggimai di siffatti stabilimenti riuniti se ne conta in Francia, nel Belgio e parecchi ne abbiamo in Italia, con prevalente comunità di sede e di gestione. La facile imitazione divulgatasi per la bontà dei...
Page 211 - Si giudica che, mantenendo coll'eccessivo lavoro un tenero cervello in una quasi spasmodica tensione, gli si impedisca il suo naturale e progressivo sviluppo, e tante volte lo conducano a malattie che si devono alla esuberanza di lavoro. Dicono tutti questi osservatori che tutto ciò deriva da tre cagioni, cioè: per il soggiorno troppo prolungato nella scuola; per il troppo lavoro e lavoro molte' plice; e per il metodo col quale si esige che sia condotto questo lavoro.
Page 76 - Nothnagel lo considera superfluo, e dannoso nei casi di compenso del vizio valvolare o del muscolo cardiaco quando questo non sia degenerato; perché allora tutti gli sforzi del muscolo cardiaco devono essere allontanati. Tutti gli autori sono d'accordo nel diminuire al cardiaco gli alimenti liquidi, ma invece i buoni risultati sono dovuti all'ascensione metodica praticata dall'ammalato che aumenta l'azione cardiaca e l'energia del miocardio : perché con un anno e mezzo di esperimenti Nothnagel...
Page 723 - Le altre due specie sono assai meno insidiose nel manifestarsi ed in apparenza più miti, ma i guasti che producono sono molto più gravi, più duraturi e meno suscettibili di cura. Quanto più tardi esse insorgono e quanto più sono antiche, tanto più esse sono da temersi. 15.° Quelle del primo gruppo, traendo argomento dalle nefropatie che sogliono prodursi anche nei comuni avvelenamenti, è assai verosimile che debbano farsi dipendere direttamente dall'azione irritativa e vulnerante dei prodotti...
Page 2 - Esaminato non presentava che ronchi diffusi per tutti i polmoni, ma dava appena qualche colpo di tosse senza espettorato. Accusava fortissimo dolore di testa, aveva le guance arrossite, i polsi sempre poco frequenti, intorno a 70 , anche nel momento della febbre più alta. Conservava le sue forze, ma non si poteva occupare nel letto, per la forte cefalea. 15 Aprile, 3° giorno della malattia.
Page 8 - Il termometro segna 36°,4— 36°, 5— 36°,5— 36°, 8: i polsi sono 68, le respirazioni 20. Da ora in poi l'ammalato resta apiretico, la respirazione ritorna dovunque normale, la milza si riduce. Anche in questo caso è sorprendente il grandissimo dimagramento, non ostante che le forze siano abbastanza conservate. Dopo quindici giorni non si trova più traccia della malattia superata. Le orine sempre limpide, gialle, di reazione acida, avevano un peso specifico di 1020-1024, ed erano sempre...
Page 7 - ... toraco-vocale vi è abolito, la voce parlata indebolita, la voce bisbigliata è rinforzata: evidentemente vi ha un essudato pleuritico prevalentemente sieroso. Sono inoltre cresciuti i ronchi nel resto dei due polmoni. Vi ha più tosse ed un espettorato scarso bianco, mucoso, alquanto tenace. La milza è diventata palpabile, la sua ottusità arriva alla linea ascellare anteriore. 7 Giugno, 7° giorno. Il termometro segna 38°,G— 39°, O— 39° ,8— 39',9: i polsi sono 100, le respirazioni...
Page 803 - Bali , a seguito di siffatte osservazioni, perviene alle seguenti conclusioni pratiche: 1° l'ileo-tifo, analogamente alla scarlattina, ma con minor frequenza, può presentare sintomi articolari apparentemente reumatici , salvo a decidere nel caso speciale se siano da ritenersi come una manifestazione di processo infettivo o come complicanza da reumatismo genuino. 2° È da tener presente la possibilità di contrarre una febbre tifoide dopo un attacco di reumatismo acuto , al quale sarebbe più o...

Bibliographic information