Symbolae litterariae, opuscula varia philologica, scientifica, antiquaria, signa, lapides, numismata, gemmas et monumenta medii aevi, nunc primum edita complectentes: Decadis secundae volumen primum [decimum] ...

Front Cover
Antonio Francesco Gori
ex typographio Palladis sumtibus Nicolai et Marci Palearini, 1752 - Classical antiquities
 

What people are saying - Write a review

We haven't found any reviews in the usual places.

Selected pages

Other editions - View all

Popular passages

Page 162 - gia de' raggi del pianeta , Che mena dritto altrui per ogni calle . Allor fu la paura un poco queta , Che nel lago del cuor m' era durata La notte ch
Page 169 - Ed io a lui : A quelle tre facelle , Di che '1 polo di qua tutto quanto arde . Ed egli a me : Le quattro chiare
Page 162 - non fo ben ridir , com' i' v' entrai, Tant' era pien di fonno » in fu quel punto , Che la verace via abbandonai . Ma po' ch' i' fui appiè d
Page 183 - al cerchio , e come vi s' indova : Ma non eran da ció le proprie penne : Se non che la mia mente fu
Page 162 - Allor fu la paura un poco queta , Che nel lago del cuor m' era durata La notte ch' i
Page 176 - allor di quelle fogüe , Che la materia e tu mi farai degno . Si rade volte, padre
Page 167 - Purgatorio Canto I. Per correr miglior' acqua alza le vele Ornai la navicella del mió ingegno, Che
Page 165 - parte cadde giù dal cielo : E la terra > che pria di qua
Page 165 - i vicini a te punir fon lenti * Muovafi la Capraja e la Gorgona , E faccian fiepe ad Arno in fu la foce , Si
Page 175 - univerfo penetra , e rifplende In una parte più , e meno altrove . Nel Ciel , che più délia

Bibliographic information