Dizionario di erudizione storico-ecclesiastica da S. Pietro sino ai nostri giorni ...

Front Cover
Tipografia Emiliana, 1847 - Biography
0 Reviews
 

What people are saying - Write a review

We haven't found any reviews in the usual places.

Other editions - View all

Common terms and phrases

Popular passages

Page 22 - ... non ostante la bolla di Pio IV de. registrandis, la regola della nostra cancelleria de jure quaesito non tallendo , e non ostante ancora tutte e qualsisiano costituzioni apostoliche nostre e dei nostri predecessori, ordinazioni, brevi, decreti, chirografi, bandi, editti, leggi, statuti, riforme , stili e consuetudini , e qualunque altra cosa che facesse, o potesse fare in contrario, alle quali cose tutte e singole...
Page 22 - ... nostri predecessori , ordinazioni, brevi, decreti, chirografi, statuti, riforme, stili, e consuetudini e qualunque altra cosa che facesse o potesse fare in contrario, alle quali cose tutte e singole , avendone qui il tenore per espresso e riferito di parola in parola , in quanto possano opporsi alla piena e totale esecuzione di...
Page 22 - ... persone privilegiate e privilegiatissime, che avessero o pretendessero avervi interesse, e che per comprenderle vi fosse bisogno d...
Page 114 - MONUMENTI Etruschi o di Etrusco nome disegnati, incisi, illustrati , e pubblicati dal Cav.. Francesco Inghirami, è pubblicato il fascicolo 19. o.'iv i. . L' INDISPENSABILE Almanacco per l'anno i8i3.
Page 21 - ... seguire, cioè, la grande massima che dichiara ottime quelle leggi le quali attribuiscano ai giudici il minimo arbitrio, senza violentare la loro coscienza ; ed ottimi i giudici, i quali attribuiscano il minimo possibile arbitrio a loro stessi. E volendo ottenere l'effetto di queste Nostre speranze, di Nostro Moto Proprio, certa scienza, e con la pienezza della suprema Nostra podestà, approvando e confermando nella forma la più specifica tutte e singole le disposizioni contenute nel suddetto...
Page 148 - Sodi di onore della Congregazione ed Accademia di S. Cecilia di Roma residente nel Collegio di S. Carlo a Catinari, Roma 1845, pp.
Page 57 - Dipoi pel 1508 fu dall'accademia con grande pompa celebrato il natale di Roma sul Campidoglio, e con pompa anche maggiore nel 1520, nel quale anno si ebbe la cura che la statua di Leone X, innalzata per decreto del senato sul Campidoglio, venisse solennemente dedicata...
Page 89 - Canova ; perché fu il pri.'" mo che concepì l' idea di onorare gli uomini illustri Italiani con Busti , o Erme fatte a sue spese. Si vede in q.uesto monumento la statua di Canova mezza nuda , in grandezza naturale coricato nel tempo che si riposa dal suo lavoro, consistente in un' Erma di Pallade , sopra la quale egli appoggia il suo braccio destro dopo aver posato il suo mazzuolo ; e tenendo ancora nella sua mano sinistra lo scalpello contempla attentamente l'idea del suo lavoro. Questa statua...
Page 22 - ... avendone qui il tenore per espresso e riferito di parola in parola , in quanto possano opporsi alla piena e totale esecuzione di quanto si contiene nel presente Motu-Proprio, ampiamente ed in ogni più valida maniera deroghiamo...
Page 57 - Roma sono riportate le celebrazioni di queste festività natalizie, le loro particolari tà, ed ove ebbero luogo ; non sempre il presidente pronunziò il discorso, ma per lo più qualche accademico anche cardinale e prelato, e più spesso il segretario perpetuo dell'accademia d'archeologia. Talora fu differita la celebrazione del natale di Roma ad altro giorno, e diversi anni si fece il discorso ed il convito nelle stanze del cardinal Giustiniani camerlengo, come protettore dell'accademia.

Bibliographic information