Storia fiorentina, Volume 1

Front Cover
Borroni e Scotti, 1845 - Florence (Italy)
0 Reviews
 

What people are saying - Write a review

We haven't found any reviews in the usual places.

Selected pages

Contents

Other editions - View all

Common terms and phrases

Popular passages

Page 150 - Principe ed a Lorenzo di Piero di Lorenzo, acciocché egli signore assoluto di Firenze si facesse, indirizzò; nella quale opera (empia veramente e da dover essere non solo biasimata ma spenta, come cercò di fare egli stesso dopo il rivolgimento dello Stato, non essendo ancora stampata) pareva a...
Page 455 - ... cornicioni, lo riparavano ; poi non bastando queste, con alcuni sacconi e materasse piene di lana e capecchio ; e ultimamente essendo questa contesa venuta in gara, perché dopo alcuni giorni avevano cominciato a ritirargli, i Fiorentini, per vincer la prova, bastionarono una notte tutta quella parte di quella facciata, che poteva esser colpita dall' artiglieria, con un gran monte di terra. Il quarto giorno di novembre piantarono in sul Giramonte una colubrina, e trassero di mira al palazzo de...
Page 151 - Stato, non essendo ancora stampata) pareva a ricchi i'L 'egli di tor la roba insegnasse, e a' poveri l'onore, e agli uni e 1 NB Nicolo Capponi. iiirli altri la libertà. Onde avvenne nella morte di lui quello che sia ad avvenire impossibile, cioè che così se ne rallegrarono i buoni come i tristi : la qual cosa facevano i buoni per giudicarlo tristo, ed i tristi per conoscerlo non solamente più tristo ma eziandio più valente di loro. Era nondimeno il...
Page 436 - Salvi, quando furono giunti colla rovina in luogo dove si scoperse loro il refettorio, nel quale di mano d' Andrea del Sarto era dipinto un Cenacolo, a un tratto tutti quanti, quasi fossero cadute loro le braccia e la lingua, si fermarono e tacquero, e pieni d...
Page 23 - ... tempi, luce della verità, vita della memoria, maestra della vita, e finalmente un lucidissimo specchio, nel quale tutte le azioni e tutte le vite di tutte le genti chiarissimamente si scorgono. Ma qual cosa può o più maravigliosa o più utile non dico essere, ma pensarsi, che il vedere che quello che dall'impossibilità della natura tolto e negato ci fu, cioé il potere in poco d...
Page 439 - Michelagnolo , rendute a sua eccellenza le debite grazie, e per mostrare che non aveva bisogno di cosa alcuna, e anche per non esser vinto di cortesia, offertole tutti i danari che con esso portava, e non volendo rimanere ad alloggiare in palazzo , se ne ritornò al1' oste; ed egli il suo viaggio seguitando col Mini se n...
Page 426 - ... magistrati o la prerogativa dell'età, o parlava egli, se voleva, o udiva gli altri che favellavano; e disputato e risoluto tra loro quanto ad essi pareva, commettevano ad uno., il quale più giudicavano a proposito, che riferisse ; le quali relazioni si scrivevano di parola a parola tutte, e molte volte, perché non si...
Page 150 - Strozzi e del gonfaloniere medesimo, prima con cento e poi con centocinquanta fiorini d'oro netti per ciascun anno, Donato di Lionardo Giannotti, uomo di bassa condizione, ma grave però e modesto e costumato molto, e non solo delle lettere greche e delle latine, ma eziandio delle cose del mondo e specialmente de...
Page 161 - I popolo più che grandissima , quando egli ( cui non so come maggiormente e più veracemente lodare mi debba o possa, se non dicendo che egli, come fecero ancora Cosimo Rucellai e Luigi Alamanni, aveva dal Machiavello gran parte cavato delle sue virtù, senzaché nessuno appiccato se gli fusse de' vizi ) morì insieme colla sui> donna di peste.
Page 124 - ... esercitare alcun magistrato non potevano, anzi né essere imborsati, se prima la fede della matricola della loro arte non portavano ; le quali arti erano queste: Giudici e Notai (ché giudici...

Bibliographic information