Lo stato Romano dall'anno 1815 all'anno 1850

Copertina anteriore
1853
1 Recensione
 

Cosa dicono le persone - Scrivi una recensione

Recensione dell'utente - Segnala come inappropriato

Vol. 4 - LIBRO SESTO DALL ARRIVO DE FRANCESI SINO ALLA FINE DELLA REPUBBLICA ROMANA

Pagine selezionate

Altre edizioni - Visualizza tutto

Parole e frasi comuni

Brani popolari

Pagina 228 - Dio delle battaglie; e si contano le ferite e le si mostrano con giusta superbia; e si additano le traccie del ferro e del piombo straniero sui monumenti sacri alla religione ed all'arte: memorie queste, che molto più degli accidenti e degli sconci di governo...
Pagina 5 - L'Assem» blea, dopo le comunicazioni avute dal Triumvirato, gli » commette di salvare la Repubblica, e di respingere la » forza colla forza. » Come fu pubblica, si gridò all'armi popolarmente : bollivano gli sdegni nazionali, l' odio ai Chierici, le alterezze romane, le temerità mazziniane.
Pagina 211 - Ministri, sono inamovibili; non possono essere promossi, né traslocati che con proprio consenso, né sospesi, degradati, o destituiti se non dopo regolare procedura e sentenza. « 51. Per le contese civili vi è una magistratura di pace. « 52. La giustizia è amministrata in nome del popolo pubblicamente; ma il tribunale, a causa di moralità, può ordinare che la discussione sia fatta a porte chiuse. « 53. Nelle cause criminali, al popolo appartiene il giudizio del fatto, ai tribunali l'applicazione...
Pagina 278 - I membri del Governo provvisorio; i membri dell'Assemblea Costituente che hanno preso parte alle deliberazioni dell'Assemblea stessa; i membri del Triumvirato e del Governo della Repubblica; i capi de...
Pagina 272 - Laonde a conforto dei buoni che tanto meritarono la nostra speciale benevolenza e considerazione; a disinganno de' tristi e degli illusi , che si prevalsero delle nostre concessioni per rovesciare l' ordine sociale ; a testimonianza per tutti di non aver noi altro a cuore se non la vostra vera e solida prosperità, di nostro moto proprio, certa scienza e con la pienezza della nostra autorità abbiamo risoluto di disporre quanto segue:
Pagina 209 - Console può esser rieletto se non dopo trascorsi tre anni dacché uscì di carica. 35. Vi sono sette ministri di nomina del Consolato: 1° degli affari interni; 2° degli affari esteri; 3° di guerra e marina; 4° di finanza; 5° di grazia e giustizia; 6° di agricoltura, commercio, industria e lavori pubblici; 7° del culto, istruzione pubblica, belle arti e beneficenza. 36. Ai Consoli sono commesse l'esecuzione delle leggi e le relazioni internazionali. 37. Ai Consoli spetta la nomina e revocazione...
Pagina 49 - Popolo, il generale Oudinot aveva promesso di pagare » tutto e tutti in contante. Bene. Paghi se può gli arazzi » di Raffaello traforati dal piombo francese, paghi i » danni, no i danni, l'insulto lanciato a Michelangelo.
Pagina 213 - Costituente. 68. Le leggi ei regolamenti esistenti restano in vigore in quanto non si oppongono alla Costituzione e finché non sieno abrogati. 69. Tutti gli attuali impiegati hanno bisogno di conferma.
Pagina 204 - La Repubblica colle leggi e colle istituzioni promuove il miglioramento delle condizioni morali e materiali di tutti i cittadini.
Pagina 233 - Avendo indarno il generale Oudinot pregato il Valentini a rimanere in carica coi suoi colleghi, deputò tre ufficiali a ricevere le casse ei portafogli del tesoro. Eseguirono essi la commissione il 7 e...

Informazioni bibliografiche